Terremoto Napoli 8 aprile 2020: magnitudo scossa ed epicentro

Pubblicato il 8 Aprile 2020 alle 14:57 Autore: Daniele Sforza

Terremoto Napoli nella notte di mercoledì 8 aprile 2020: ecco l’intensità e la magnitudo della scossa e i dati su epicentro e profondità.

Terremoto Napoli 8 aprile 2020
Terremoto Napoli 8 aprile 2020: magnitudo scossa ed epicentro

Terremoto Napoli questa notte, mercoledì 8 aprile 2020, verso le ore 2.50: la scossa è stata di magnitudo non molto intensa, ma è stata comunque avvertita dalla popolazione, anche a causa della bassa profondità. Preoccupa la posizione dell’epicentro, e anche per questo motivo sono state numerose le chiamate al 118. In un’Italia bloccata dalla quarantena la terra che trema (così come avvenuto anche a Roma qualche giorno fa) fa ancora più paura.

Terremoto Napoli 8 aprile 2020: magnitudo scossa, epicentro e ipocentro

La scossa di magnitudo 2.9 è stata avvertita questa notte, mercoledì 8 aprile 2020, a 5 chilometri a sud est di Pozzuoli, in provincia di Napoli, nei pressi della “zona calda” della Solfatara. Il sisma è stato avvertito in tutta la città di Napoli, in particolar modo nei quartieri occidentali, tra cui Fuorigrotta, Bagnoli, Agnano e Pianura. Molti cittadini hanno chiamato il 118 chiedendo informazioni su cosa fosse successo. La profondità del terremoto è stata di soli 2,4 chilometri.

Nonostante il grande timore da parte della popolazione, che si è riversata subito sui social network per testimoniare l’evento, non si sono registrati danni a persone e a cose. Inoltre, non sono da rilevare altre scosse dopo quella di questa notte nell’area. Si ricorda che lo scorso 6 dicembre 2019 un’altra scossa di terremoto di magnitudo 3.1 aveva interessato la zona.

Eruzione Stromboli 2019: Vesuvio e Campi Flegrei sotto osservazione. I rischi

A preoccupare è ovviamente la zona dell’epicentro, dove si trova la caldara dei Campi Flegrei in stato di quiescenza. Nel dicembre 2016 venne infatti rilevata un’intensa attività che attirò la comunità scientifica e qualche mese dopo, nel maggio del 2017, uno studio dell’University College of London e dell’Osservatorio Vesuviano scoprì che l’eruzione fosse più vicina di quanto si pensasse. L’ultima grande eruzione avvenne nel 1538.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →