TFR Inps anticipato in arrivo? Ecco le ultime notizie

Pubblicato il 16 Aprile 2020 alle 13:02
Aggiornato il: 20 Aprile 2020 alle 20:41
Autore: Daniele Sforza

Ma che fine ha fatto il Tfr Inps anticipato che spettava ai pensionati con Quota 100? Ecco gli ultimi aggiornamenti a riguardo.

Tfr Inps anticipato in arrivo
TFR Inps anticipato in arrivo? Ecco le ultime notizie

Prima che scoppiasse l’emergenza Coronavirus si parlava ancora, seppur raramente, del Tfr Inps anticipato per tutti i lavoratori andati in pensione approfittando dello scivolo temporaneo Quota 100. Si trattava di una misura contenuta nel decreto che parlava di Quota 100 risalente addirittura a gennaio 2019 e prevedeva l’anticipo di una parte dell’indennità di fine servizio, Tfr o Tfs che fosse, fino a un importo netto di 45.000 euro. L’importo sarebbe stato erogato ai dipendenti usciti con Quota 100 grazie a un finanziamento di banche e intermediari finanziari che avevano sottoscritto un accordo con l’Inps.

Tfr Inps anticipato: giorni di duro lavoro per l’Istituto

Tale anticipo deve essere richiesto presentando apposita domanda: spetta poi all’Inps rilasciare una certificazione preventiva che attesti e quantifichi l’importo cedibile entro 90 giorni. L’emergenza sanitaria in atto, a cui seguirà (ma già segue in parallelo) una feroce crisi economica, lascia pensare che lavoratori e pensionati si affidino a tutte le risorse possibili e in loro diritto per far fronte al tempo che verrà. A questo si associano problemi da non sottovalutare: la burocrazia imperante nel nostro Paese, la mancante digitalizzazione di alcuni servizi (che almeno aiuterebbe a sveltire le pratiche), la quantità di carte e scartoffie da procedere.

Per l’Inps saranno giorni di lavoro molto impegnativi, tant’è che, come spiega Vittorio Spinelli sulle pagine di avvenire, l’Istituto “sollecita i suoi uffici a prepararsi ai nuovi impegni”. A essere interessate sono “le pratiche di Tfs/Tfr dei pubblici dipendenti cessati dal servizio che non hanno maturato il diritto alla buonuscita, per i quali l’ente pubblico ha inviato la documentazione utile”. Inoltre, a queste pratiche si affianca una necessaria quanto urgente sistemazione della posizione assicurativa del Tfr e Tfs di tutti quelli che stanno per andare in pensione, ordinaria di vecchiaia, anticipata o, per l’appunto, con Quota 100.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →