Passeggiate fase 2: cosa si può fare e per quanto tempo?

Pubblicato il 21 Aprile 2020 alle 17:25 Autore: Guglielmo Sano

Passeggiate fase 2: è possibile aspettarsi degli allentamenti all’attuale lockdown a partire dal 4 maggio. Cosa cambia per il tempo libero dei cittadini?

Ragazzo
Passeggiate fase 2: cosa si può fare e per quanto tempo?

Passeggiate Fase 2: il Presidente del Consiglio ha di fatto ufficializzato la data di avvio della ripartenza; è possibile aspettarsi degli allentamenti all’attuale lockdown a partire dal 4 maggio. Cosa cambia per il tempo libero dei cittadini?

Piano riapertura coronavirus 4 maggio: quali restrizioni resteranno?

Passeggiate fase 2: lontano da casa e a distanza di sicurezza

Il Presidente del Consiglio Conte ha di fatto ufficializzato la data di scadenza della quarantena: a partire dal 4 maggio le restrizioni imposte nel quadro del lockdown subiranno un alleggerimento che, d’altro canto, potrebbe essere più o meno consistente a seconda dell’andamento dei contagi tra un territorio e l’altro. Infatti, dall’esecutivo si sta valutando la possibilità di prevedere una riapertura più ampia e veloce per quelle regioni che si muniranno di strutture appositamente dedicate alla cura dei malati di Covid e di luoghi riservati alla quarantena dei positivi.

Bonus 800 euro partita iva Inps: va fatta una nuova domanda?

Inoltre, le autorità locali dovranno aderire e assicurarsi che venga rispettato uno stretto regolamento relativo alla sicurezza sui luoghi di lavoro (sanificazione dei locali, misurazione della temperatura, fornitura di mascherine etc…). Detto ciò, l’allentamento delle limitazioni non riguarderà soltanto il mondo del lavoro ma anche molti aspetti del tempo libero degli italiani. In primis, le passeggiate che con tutta probabilità si potranno ricominciare a effettuare anche lontano dalla propria abitazione ma da soli o al massimo in due (indossando guanti e mascherine e tenendo la distanza di sicurezza).

Calendario contagi zero coronavirus: ecco regione per regione le date

Visite ai parenti e assembramenti

Molto probabile è dunque che rimanga il divieto praticamente assoluto di assembramento: a tal proposito da sottolineare che per la riapertura di bar e ristoranti bisognerà attendere ancora a lungo. Anche per gli spostamenti da un comune all’altro, questa è l’impressione, si dovrà attendere qualche altra settimana. Tuttavia, a partire dal 4 maggio si potrà tornare a far visita ai propri parenti (esclusivamente all’interno di abitazioni e, possibilmente, a distanza di sicurezza e utilizzando mascherine e guanti).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →