Quanto guadagna Domenico Arcuri: stipendio e patrimonio del commissario

Pubblicato il 5 Dicembre 2020 alle 05:20 Autore: Guglielmo Sano

Quanto guadagna Domenico Arcuri che da metà marzo ricopre anche la carica di commissario straordinario per l’emergenza coronavirus?

Ufficio
Quanto guadagna Domenico Arcuri: stipendio e patrimonio del commissario

Chi è Domenico Arcuri? Quanto guadagna l’amministratore delegato di Invitalia che da metà marzo ricopre anche la carica di commissario straordinario per l’emergenza coronavirus? Ecco cosa si sa.

Domenico Arcuri: la carriera da manager

Domenico Arcuri, nato nel 1963 in piccolo paese della Provincia di Reggio Calabria, dopo aver frequentato la Nunziatella di Napoli, si è laureato in Economia nel 1986 alla Luiss di Roma. La sua carriera comincia nella partecipata dallo Stato Iri (Istituto per la Ricostruzione Industriale) nel 1986, nel 2004 è diventato amministratore delegato della società leader nel settore di consulenza alle aziende Deloitte Consulting.

Risale al 2007 la sua nomina ad Amministratore delegato di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa. Arcuri è anche docente di economia all’Università Bocconi, alla Luiss e alla Federico II di Napoli, per diverse testate si occupa periodicamente dello sviluppo del Mezzogiorno. Con il decreto del Presidente del Consiglio del 18 marzo 2020, è stato nominato “Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure occorrenti per il contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid 19”.

Stipendio e patrimonio prima e dopo Invitalia

In qualità di manager “privato” di Deloitte Consulting pare che Domenico Arcuri sia arrivato a percepire uno stipendio di circa 600mila euro all’anno. La cifra è salita sensibilmente a partire dal suo arrivo in Invitalia: secondo diversi organi di stampa il suo compenso era di oltre 900mila euro all’anno, almeno fino al 2013 quando venne approvata una norma che fissava un tetto allo stipendio dei manager pubblici. A quel punto, come riferiva lo stesso Arcuri in alcune interviste, cominciò a percepire 300mila euro all’anno “tutto compreso”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →