Governo ultime notizie: quando si torna a scuola? Il vertice

Pubblicato il 22 Maggio 2020 alle 13:00 Autore: Guglielmo Sano

Governo ultime notizie: mondo della scuola in attesa di conoscere il proprio futuro dopo il cambio di passo imposto dall’emergenza sanitaria

Libri
Governo ultime notizie: quando si torna a scuola? Il vertice

Governo ultime notizie: mondo della scuola in attesa di conoscere il proprio futuro dopo i cambiamenti alla didattica imposti dall’emergenza sanitaria. Resta da sciogliere anche il nodo concorsi.

Governo ultime notizie: quando si torna a scuola?

In un intervento alla Camera, il ministro dell’Istruzione Azzolina ha chiarito che il ritorno a scuola di studenti, insegnanti e personale ausiliario a settembre avverrà solo se verrà consentito dalla situazione relativa ai contagi. Infatti, sempre parlando di fronte al Parlamento, la titolare del Miur ha assicurato che verranno predisposte delle “linee guida chiare e precise”, d’altra parte, il suo ministero sta valutando anche delle ipotesi alternative rispetto alla ripresa delle attività scolastiche nelle consuete modalità nel caso in cui “lo scenario epidemiologico dovesse cambiare improvvisamente”. Una cosa appare certa, la riapertura – anche per quanto riguarda le scuole – avverrà “in modo graduale”, cioè in varie fasi.

Da sciogliere il nodo precari e concorsi

Mentre continua il dibattito sulle modalità con cui gestire il ritorno a scuola “in sicurezza” a partire da settembre, si accedono delle tensioni all’interno dell’esecutivo anche per quanto riguarda i prossimi concorsi previsti per il reclutamento di migliaia di nuovi docenti. Per quanto riguarda la ripresa delle attività “in aula”, il Pd non nasconde qualche malumore: i dem sostanzialmente accusano il ministro Azzolina di star procedendo senza prendere in considerazione le posizioni delle altre anime della maggioranza.

Governo ultime notizie – Anche sulla prossima selezione dedicata ai precari della scuola si sono scontrati M5S da una parte, Pd e Leu dall’altra; i pentastellati difendono la Azzolina che vorrebbe un concorso “classico”, cioè articolato in diverse prove, per tutelare il principio della meritocrazia: è chiaro che se l’epidemia dovesse aggravarsi nuovamente, l’iter si andrebbe allungando almeno di qualche mese. Quindi, gli alleati dei 5 stelle avanzano con forza l’ipotesi di un concorso esclusivamente per titoli che potrebbe essere l’unico modo di assegnare le cattedre a settembre. Tale “muro contro muro” sarà affrontato con il prossimo vertice tra governo a maggioranza: era previsto un confronto sulle questioni di cui prima già ieri, 21 maggio 2020; l’appuntamento è poi saltato: un segnale che indica chiaramente come le posizioni dei partner di governo siano ancora distanti.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →