Bonus bici 2020: raddoppio fondi, ecco quanti lo possono richiedere

Pubblicato il 5 Giugno 2020 alle 13:42
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:31
Autore: Daniele Sforza

Bonus bici 2020: fondi raddoppiati per il benefit economico per l’acquisto delle biciclette. Ecco a chi spetta e chi può richiederlo.

Bonus bici 2020 raddoppio fondi
Bonus bici 2020: raddoppio fondi, ecco quanti lo possono richiedere

C’è stato un incremento dei fondi per il bonus bici 2020: infatti rispetto ai 120 milioni originari il fondo è incrementato di altri 70 milioni di euro, che si spera possano essere integrati con altri 50 milioni di euro per raddoppiare le risorse. Il Ministero dell’Ambiente, per voce del ministro Sergio Costa, è infatti intervenuto durante il question time di giovedì 4 giugno 2020 annunciando un aumento di 70 milioni di euro nel fondo di finanziamento per il bonus bici 2020. Risorse che sono stati reperite grazie al recupero di risorse dai bilanci. La speranza, come anticipato, è quella di reperire ulteriori 50 milioni di euro al momento della conversione del decreto legge.

Bonus bici 2020: fondi aumentati, come funziona

Risorse per il bonus bici 2020 aumentate: ottima notizia per chi ne potrà usufruire. Manca ancora il portale dove richiedere il beneficio. Il bonus è richiedibile infatti da tutti i cittadini maggiorenni che vogliono comprare biciclette o monopattini nei centri urbani e non solo, e che avranno perciò diritto a un 60% di rimborso sul prezzo dell’acquisto, per un massimo di 500 euro di spesa. Ci sono due fasi, che si rivolgono a due platee distinte di beneficiari. La prima consiste nel comprare la bicicletta, richiedere la fattura e mantenerla fino a che il portale non sarà disponibile. La seconda è recarsi sul portale, scaricare e stampare il voucher di acquisto e recarsi nel negozio di bici. Ovviamente, ad oggi, chi ha acquistato una bicicletta è stato chi poteva permettersi di spendere una parte dei propri risparmi (o del proprio stipendio) senza sottrarlo a qualche altra voce ugualmente o maggiormente importante.

Bonus bici 2020: portale non ancora online

Come riferisce il direttore settore ciclo Confindustria Ancma Piero Nigrelli, finché il portale non sarà pronto sarà difficile quantificare quante persone richiederanno e otterranno il bonus. “Non sappiamo quante sono le richieste di incentivo e quanto di questo fondo è stato speso e impegnato o utilizzato”, le sue parole riportate dal Corriere. Molti cittadini sono andati nei negozi di bici per acquistare uno dei veicoli consentiti che dà diritto al bonus e tengono da parte la ricevuta in attesa che il sito dedicato sia online: ma quanti sono stati finora veramente i beneficiari? Risposta impossibile, almeno per il momento, da dare.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →