App Immuni: smartphone incompatibili e requisiti minimi. Ecco come fare

Pubblicato il 8 Giugno 2020 alle 10:53 Autore: Daniele Sforza

In questi giorni si parla molto di app Immuni, tuttavia non tutti possono scaricarla. Ecco gli smartphone incompatibili e i requisiti minimi richiesti.

Iliad, Ho e Tre: offerte mobile internet e minuti agosto 2020
App Immuni: smartphone incompatibili e requisiti minimi. Ecco come fare

App Immuni, si fa un gran parlare dell’applicazione scaricabile su smartphone Android e iOS, ma ultimamente più che di eventuali problemi legati alla privacy, si parla dell’incompatibilità con alcuni dispositivi. Un tema abbastanza centrale visto che per un funzionamento completo e ancora più efficiente dell’applicazione è bene che tutti riescano a scaricare Immuni sul proprio device. Informandosi sulla pagina delle Domande (le classiche Faq) sul sito ufficiale di Immuni, può risultare utile leggere la risposta alla seguente domanda: “Dove posso scaricare Immuni? Quali dispositivi e sistemi operativi sono supportati?”.

App Immuni: dove scaricare l’applicazione

L’applicazione Immuni non può essere scaricata da tutti, perché come si legge nella risposta pubblicata sul sito ufficiale dell’app, “non tutti i dispositivi sono supportati”. Per quanto riguarda l’App Store, è possibile scaricare Immuni se il proprio iPhone è equipaggiato con iOS versione 13.5 o superiore. Per questo motivo, prima di scaricare l’applicazione, sarà necessario aggiornare iOS all’ultima versione disponibile. In ogni caso, gli iPhone che supportano iOS 13.5 e superiori sono i seguenti: iPhone 11, 11 Pro, 11 Pro Max, Xr, Xs, Xs Max, X, SE 2° generazione, 8, 8 Plus, 7, 7 Plus, 6s, 6s Plus, SE 1° generazione.

L’app è disponibile anche su Google Play Store e sarà possibile usarla se lo smartphone che possediamo presenta almeno questi requisiti minimi:

  • Android 6 (Marshmallow, API 23) o superiore;
  • Google Play Services versione 20.18.13 o superiore;
  • Bluetooth Low Energy.

App Immuni: quali smartphone sono incompatibili

Il team di Immuni scrive che è al lavoro per consentire di scaricare Immuni anche da AppGallery e quindi consentire ai possessori di alcuni modelli di smartphone Huawei di usare l’app. Inoltre si legge quanto segue: “Stiamo riscontrando problemi di funzionamento su smartphone Huawei e Honor. In alcuni casi non è possibile attivare le notifiche di esposizione. In altri è possibile, ma il servizio smette di funzionare quando l’app viene chiusa”. Si informa che Google sta lavorando per risolvere questi problemi e che nel frattempo è stato disabilitato il donwload di Immuni su smartphone Huawei e Honor.

AGGIORNAMENTO – Google ha risolto il problema tecnico con gli smartphone Huawei e Honor. Tuttavia ci sono ancora alcuni dispositivi che restano incompatibili (almeno per il momento) con l’applicazione e sono quelli usciti sul mercato dallo scorso autunno, e quindi Huawei Mate 30, P40, Serie Y, Mate XS e Honor 9X Pro.

Smartphone incompatibile con Immuni: cosa fare

Senza uno smartphone compatibile non è possibile scaricare e utilizzare l’applicazione. Immuni usa infatti la tecnologia per le notifiche di esposizione messa a disposizione da Apple e Google. Questa tecnologia “determina i requisiti di sistema per scaricare e usare Immuni, e non è compatibile con versioni precedenti di iOS, Android e Google Play Services”. Al momento, fa sapere lo staff, non è possibile superare le limitazioni per tutti quelli che vogliono usare l’applicazione, ma il cui dispositivo non è supportato, tuttavia potrebbero essere attese importanti novità in tal senso.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →