Sondaggi politici Noto: consumi, 7 italiani su 10 preferiscono risparmiare

Pubblicato il 9 Giugno 2020 alle 20:12
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:29
Autore: Andrea Turco

Il 68% dei consumatori non ha effettuato acquisti diversi dagli alimentari in questi giorni anche se ne aveva bisogno. A sostenerlo i sondaggi politici Noto

sondaggi noto, sondaggi politici noto, sondaggi elettorali noto
Sondaggi politici Noto: consumi, 7 italiani su 10 preferiscono risparmiare

Nel primo trimestre di quest’anno i consumi sono crollati a causa del lockdown. Secondo le stime dell’Istat, si è registrato un calo del 4% rispetto allo stesso periodo del 2019. “La marcata riduzione dell’offerta e della domanda commerciale al dettaglio ha determinato una flessione delle spese diverse da quelle per prodotti alimentari e per l’abitazione di oltre il 12% rispetto al primo trimestre 2019” spiega l’istituto di statistica in una nota.

Difficile sperare in una rapida risalita dei consumi. Basta dare un’occhiata ai dati raccolti dai sondaggi politici Noto per QN. Dalla rilevazione è emerso che il 68% dei consumatori non ha effettuato acquisti diversi dagli alimentari in questi giorni anche se ne aveva bisogno. C’è anche un 12% di persone che ha fatto sì compere ma molte meno di quanto avrebbe dovuto. E questo nonostante siamo ormai nella fase 3 dell’emergenza, con i negozi pressoché tutti aperti.

Sondaggi politici Noto: regole e crisi economica, gli italiani non fanno spese

Ad influire sulla minore capacità di spesa degli italiani ci sono, come era prevedibile, questioni economiche. Il 49% ammette di non voler spendere e di risparmiare, un altro 47% dichiara di essere stato condizionato dalle regole anti contagio da rispettare per entrare in un negozio.

Al netto dei video della movida e delle foto che ritraggono le piazze dei centri cittadini piene di persone, appena il 40% ha sentito l’esigenza di uscire fuori di casa per andare al ristorante ma solo il 5% di questi alla fine è riuscito a farlo in questi giorni. Anche in questo caso, chi ha desistito ha motivato lo stare a casa per questioni economiche o per ritrosia verso le regole da rispettare.

Fra meno di una settimana, i cinema rialzeranno le serrande. Ma le previsioni non sono buone. Solo il 3% degli intervistati ha intenzione di comprare il biglietto mentre l’82% sicuramente non lo farà.

Sondaggi politici Noto: nota metodologica

Data di realizzazione del sondaggio: 5-6/06/2020. Committente: QUOTIDIANO NAZIONALE. Campione: Panel Omnibus rappresentativo della popolazione italiana. Tecnica di somministrazione delle interviste: Cawi. Consistenza numerica del campione Mille. Rispondenti (in%) 95%.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →