Conferenza Conte, conclusioni Stati Generali: aggiornamenti live su TP

Pubblicato il 21 Giugno 2020 alle 19:31
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:25
Autore: Redazione
Diretta Conferenza Conte

Conferenza Conte, conclusioni Stati Generali: aggiornamenti live su TP

Diretta streaming conferenza Conte, aggiornamenti live su TP: la diretta social del Presidente sulle nuove misure relative all’emergenza coronavirusCondividi suFacebookTwitter

Conte agli Stati Generali dell'Economia

Conferenza Diretta streaming conferenza Conte: aggiornamenti live su TP

PER AGGIORNARE LA DIRETTA PREMI F5 O AGGIORNA LA PAGINA SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

La Conferenza del Presidente Conte sarà trasmessa in diretta anche su Rai News 24 (canale 48 del digitale terrestre).

Ecco la diretta Facebook del Presidente del Consiglio Conte

Tutti gli articoli sul nuovo coronavirus

Progettiamo il Rilancio, conferenza stampa del Presidente Conte al termine dei lavori

La diretta della Conferenza stampa del Presidente del Consiglio anche sul canale Youtube di Palazzo Chigi

Conferenza Conte: Scorri in basso per gli aggiornamenti testuali!


Aggiornamento 20:25

Sul caso Autostrade/De Benetton, Conte ha precisato che “si sta parlando di questo caso da troppo tempo. Sul mio tavolo -- ha detto -- non ho una proposta che considero accettabile. Se in extremis dovesse arrivare un’altra proposta, saremmo pronti ad accoglierla, ma per il caso va chiuso e subito. Da questo punto di vista, Atlantia ha ragione: non è giusto protrarre questa incertezza così a lungo. Hanno richiesto pubblicamente una soluzione chiara e come governo abbiamo il dovere di dare nei prossimi giorni una soluzione chiara”.

Aggiornamento 20:20

Sul Caso Floyd, Conte ha ribadito come la nostra Costituzione tuteli da ogni tipo di discriminazione razziale: “negli Stati Uniti si è innescata una protesta che non solo abbraccia le forme di discriminazione razziale, che sono un nervo scoperto della società americana dal punto di vista storico, ma anche le disuguaglianze sociale e la questione dell’inclusione sociale. Sono preoccupato quando assumono una deriva violenta, perché una reazione violenta non è mai ammissibile. Seguiamo con attenzione e trepidazione ciò che succede negli Stati Uniti,peraltro in un momento in cui gli amici americani sono gravemente provati dalla pandemia che miete tante vittime. In ogni caso, ci associamo a qualsiasi divieto di discriminazione”.

Aggiornamento 20:15

Per quanto riguarda il confronto/scontro tra governo e Confindustria, consumatosi nei giorni scorsi, Conte ha sottolineato come “la dialettica non mi spaventa affatto. Possiamo continuare a mantenere una diversità di valutazioni. Abbiamo presentato anche a confindustria, oltre che alle altre organizzazioni e parti sociali, il nostro Piano di rilancio e chiesto di farci pervenire le loro osservazioni di cui sicuramente terremmo conto. Su alcune misure confido di avere Confindustria dalla nostra parte, su altre ci potranno essere una diversità di valutazioni, L’importante è che tutti lavoriamo per un obiettivo molto chiaro che è nel Piano di Rilancio: un’Italia più moderna, più digitale, con infrastrutture più sicure, più inclusiva e verde. Governo si faccia carico degli interessi non di una sola categoria, ma dell’interesse generale del Paese”.

In merito alla presentazione del Recovery fund “sarà diretto in investimenti e riforme e stiamo lavorando su progetti di investimenti e riforme su cui poi chiederemo una copertura europea. Adesso dobbiamo portare a casa il risultato e spero che il prossimo consiglio europeo sia quello definitivo e determinante. Ci stiamo avvantaggiando. Se dobbiamo presentare il Recovery Fund a settembre già da adesso dobbiamo cominciare a lavorarci. Siamo i primi in Europa, ma noi abbiamo delle carenze di strutture e scarsa capacità di spesa, perché non riusciamo a spendere i fondi che ci arrivano. Ecco perché dobbiamo avvantaggiarci. La settimana prossima dovremo già chiudere il piano di rilancio, rivederlo internamente e consolidarlo (nella speranza che le opposizioni possano condividerlo), dopodiché dobbiamo già iniziare a estendere il progetto”

Aggiornamento 20:10

Inizia il botta e risposta con i giornalisti presenti alla conferenza stampa. Sull’Europa e il Recovery Fund, Conte ribadisce: “Il piano di Rilancio che abbiamo presentato è frutto delle proposte pervenute e che perverranno. Dalla sintesi degli incontri di questi giorni uscirà un piano di rilancio nella versione definitiva; da quello poi andremo a ricavare il Recovery plain che presenteremo a settembre a Bruxelles su cui chiederemo fondi europei. Nel frattempo, abbiamo predisposto delle misure che prevedono un ulteriore scostamento deficit/Pil nella prossima manovra”

Poi in riferimento alla maggioranza: “Stiamo lavorando in un clima positivo e costruttivo. il lavoro di questi giorni lo dimostra. Trovo nel Pd, come nelle altre forze di maggioranza, una forza consapevole della crisi che stiamo affrontando e affidabile, un segretario che ha le idee molto chiare. Non esito a definirmi fiducioso per il lavoro che stiamo facendo e per la prospettivi che stiamo affrontando, perché il piano di rilancio che stiamo preparando hanno un respiro lungo, pluriennale. Per reinventare l’Italia che vogliamo non si può fare tutto nel giro di qualche settimana o qualche mese”,

Rispetto al confronto con le opposizioni, Conte ha ribadito come “non hanno accolto l’invito a loro riservato, prima che iniziassi, assieme ai ministri, a incontrare tutti gli altri ospiti. Tornerò a proporre altre occasioni di incontro. Forza Italia sembrerebbe predisporsi a un confronto più dialogico, ma confido che anche Lega e Fratelli d’Italia possano partecipare a questo confronto in tutta franchezza”.

Aggiornamento 20:05

Conte in conferenza stampa illustra esempi dei “tre pilastri” del Piano che hanno “raccolto in questi giorni maggior sostegno”: “Per quanto riguarda la modernizzazione del Paese, dobbiamo guardare all’Alta Velocità e alle infrastrutture, ferroviaria soprattutto (Roma-Pescara, Palermo-Catania, Roma-Ancona, Orte-Falconara)”.

Poi il passaggio sulla digitalizzazione e i pagamenti elettronici: “dobbiamo favorire i pagamenti digitali per contrastare il sommerso. Tutti hanno condiviso inoltre la necessità di dare un grande impulso per la realizzazione della rete unica a fibra ottica: in questi mesi abbiamo toccato con mano il divario digitale in italia. Non eravamo preparati alla didattica a distanza e allo smart working, Dobbiamo colmare questo divario digitale, rendendo disponibile con poco costo a tutti i cittadini l’accesso a internet”.

Altre parole d’ordine del Presidente del Consiglio sulla modernizzazione sono state: semplificazione della burocrazia, “revisione da parte del governo dell’abuso di ufficio e la responsabilità erariale”.

Sul secondo pilastro, quello della transizione energetica, Conte in conferenza stampa ha parlato di un progetto che durante gli Stati Generali “è stato molto apprezzato”: Industria 4.0 plus. Ha detto Conte in conferenza stampa: “cercheremo di rendere strutturali tutti gli incentivi e le agevolazioni per le imprese che mostreranno una spiccata vocazione e propensione per la digitalizzazione, il green e l’ intelligenza artificiale. Abbiamo pensato a un ulteriore progetto che vogliamo sposare e realizzare: i distretti dell’economia circolare. Dobbiamo creare degli spazi industriali in cui si realizzerà l’economia circolare, abbandonando l’uso dei combustibile fossile e realizzando la transizione energetica attraverso le rinnovabili”.

Poi l’annuncio su un nuovo progetto: ” a Ravenna nascerà il più grande centro al mondo di cattura e stoccaggio di Co2, quindi avremo energia blu e l’idrogeno integrale”.

Per quanto riguarda il terzo pilastro -- un’Italia più inclusiva -- occorre agire attraverso la riduzione del cuneo fiscale a beneficio dei lavoratori. Abbiamo già predisposto una misura per luglio.

Conte ha poi elencato altri progetti che hanno trovato grande sostegno agli Stati generali: “contrasto alla povertà educativa dei giovani“, perché “abbiamo consapevolezza che bisogna investire tantissimo nell’Università, nella ricerca e nella scuola” e per “garantire la formazione continua di lavoratori e professionisti per recuperare il gap produttivo con gli altri Paesi, nonché “una formazione dirigenziale diffusa (non solo nel privato ma anche della p.a)”. Un progetto che ci è piaciuto è quello di un voucher di 500 euro per 3 anni per le donne che aspirano a diventare manager, perché “solo il 6% delle imprese italiane è un mano a vertici manageriali donne”.

Poi l’insistenza sull’accesso alla formazione e il diritto allo studio: “più nelle borse di studio e investimenti nelle residenze universitarie”.

Poi l’attacco alle opposizioni: “Questa non è stata una passarella. Abbiamo lavorato senza risparmiarci e ascoltato un Paese intero in tutte le componenti. Se abbiamo scelto questa cornice istituzionale di Villa Pamphili è perché della bellezza dell’Italia non dobbiamo vergognarci”.

Aggiornamento conferenza Conte: 20:00

Conte sugli Stati Generali: “incontro all’insegna della concretezza, della franchezza e dell’operosità. Abbiamo parlato di progetti concreti e anche di cose che non vanno: ieri ho incontrato tantissimi commercianti, ristoratori, estetiste e operatori del turismo. Abbiamo parlato di alcune misure che servirebbero nell’immediato, perché il governo continua a monitorare la situazione attuale, l’emergenza economica e sociale che stiamo vivendo, ma abbiamo presentato anche il piano per il rilancio del Paese, una bozza che abbiamo elaborato i giorni precedenti dai ministri e condivisa con la maggioranza “. Poi, il riferimento al discorso di Alessandro Baricco agli Stati Generali: “Abbiamo aperto all’impossibile il panorama della nostra mente e all’impensabile il raggio della nostra azione”. “Il piano di rilancio -- ha ribadito Conte -- non è solo una raccolta di riforme. Ci siamo resi conto, confrontandoci con tutte le componenti del Paese, che non è sufficiente riformare il Paese, ma dobbiamo reinventare il Paese che vogliamo, perché quello che abbiamo vissuto è stata una crisi troppo dura e profonda per qualche semplice riforma”.

Poi, l’esposizione di quello che Conte chiama i “tre pilastri” del piano di rilancio: modernizzazione, transizione energetica e un’Italia più inclusiva.

Aggiornamento: 19:53

Conte annuncia la fine degli Stati Generali: “quella passata è stata una settimana di lavori molti intensa. Ci siamo aperti alla società civile, al mondo produttivo e alla Cultura. Sabato scorso abbiamo inaugurato gli Stati generali con gli interventi delle massime autorità europee, poi abbiamo proseguito nel corso dei giorni, ascoltando organizzazioni sindacali, rappresentanti del mondo industriale, commerciale e artigianale, terzo settore, grandi e piccole imprese bancarie e assicurative, Regioni, province, aziende pubbliche e private, esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo e rappresentanti delle associazioni del mondo sanitario. Abbiamo toccato con mano problemi e sofferenze, ma anche ingegno, determinazione, creatività, genio italico e resilienza. Poi una parola su Alex Zanotelli, esempio di “resilienza” e della “migliore Italia” che Conte ha voluto omaggiare.

Aggiornamento 19:50

Inizia la Conferenza di Conte

Aggiornamento 19:40

Sta per iniziare la Conferenza stampa del Presidente Conte, dopo la conclusione degli Stati Generali dell’Economia a Villa Pamphili.

Oggi Conte ha incontrato i lavoratori dello spettacolo, per ascoltare le richieste degli “intermittenti” e dei precari del settore. In un recente tweet, Conte ha ribadito l’importanza della Cultura, un settore economico “fondamentale” per il nostro Paese. Oggi, nel giorno della “festa della musica”, riaprono teatri, mostre e spazi dedicati ai concerti.

Aggiornamento 19.30

Sta per cominciare la diretta social della conferenza del Presidente del Consiglio Conte

https://twitter.com/GiuseppeConteIT/status/1274758693926690823/photo/1

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →