Controllo nominativo Personale Ata su Istanze Online, quando va fatto

Pubblicato il 22 Giugno 2020 alle 10:54
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:25
Autore: Daniele Sforza

Quando e come fare per controllare la presenza del proprio nominativo sul portale Istanze Online da parte del personale Ata in graduatoria.

Controllo nominativo personale Ata Istanze Online
Controllo nominativo Personale Ata su Istanze Online, quando va fatto

Avviata la procedura relativa alla prima fascia del personale Ata con la novità che tutto sarà online, quest’anno. La procedura sarà infatti eseguita per via telematica, con il fine di snellire le procedure burocratiche al massimo, ma soprattutto velocizzare le tempistiche. Qualche settimana fa, esattamente il 3 giugno, è stato completato il processo di inserimento delle domande e attualmente siamo giunti alla fase di monitoraggio da parte degli Uffici Scolastici. Solo dopo potrà esserci la compilazione del modello G sul portale Istanze Online, sempre che il proprio nominativo sia incluso nel sito e quindi l’intera procedura abbia avuto esito positivo.

Personale Ata: controllo nominato su Istanze Online e modello G, ritardi

Tuttavia, come riporta OrizzonteScuola, si segnalano ritardi sull’uscita del modello G, che risultano diretta conseguenza del ritardo iniziale, che grava ancora adesso che la procedura è stata informatizzata. La compilazione del modello G da parte di chi è incluso in graduatoria servirà a scegliere le scuole di inserimento (compresi i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti), per poi essere convocati come supplenti di I fascia.

Come diventare ATA

Come scrive il Miur nella pagina dedicata, per diventare ATA di ruolo occorre essere iscritti nelle graduatorie provinciali 24 mesi. Una volta che il Miur è autorizzato a effettuare le assunzioni a tempo indeterminato dal MEF e dal Dipartimento per la Funzione Pubblica, gli Uffici Regionali, a seconda dei posti disponibili autorizzati e al punteggio in graduatoria, provvedono alle assunzioni a tempo indeterminato. Per diventare DSGA (Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi) bisogna invece superare un concorso pubblico per titoli ed esami.

Personale ATA: come funzionano le supplenze

Per quanto riguarda le supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche le scuole usano le graduatorie provinciali 24 mesi, che vengono aggiornate con cadenza annuale. In queste graduatorie possono iscriversi quelli che hanno prestato servizio per almeno due anni nei ruoli ATA: si tratta di graduatorie permanenti, aperte a nuovi inserimenti. In caso le graduatorie di I fascia si esauriscano vengono utilizzare quelle di seconda fascia, che sono però graduatorie chiuse e quindi non aperte a nuovi inserimenti. Infine ci sono le graduatorie di III fascia che sono utilizzate per le supplenze temporanee per ogni altra necessità, che sono aggiornate dal Ministero con cadenza triennale.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →