Sondaggi politici Noto: M5S un partito come gli altri secondo 58% italiani

Pubblicato il 23 Giugno 2020 alle 11:16
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:24
Autore: Andrea Turco

Secondo i sondaggi politici Noto, il 58% dei cittadini ritiene che oramai non c’è più differenza tra parlamentari M5S ed esponenti di altre forze politiche

sondaggi noto, sondaggi politici noto, sondaggi elettorali noto
Sondaggi politici Noto: M5S un partito come gli altri secondo 58% italiani

Due anni al governo e sette in Parlamento sono bastati agli italiani per considerare il Movimento 5 Stelle alla stregua degli altri partiti. Secondo i sondaggi politici Noto per QN, il 58% dei cittadini ritiene che oramai non c’è più differenza tra parlamentari grillini ed esponenti di altre forze politiche. È forse questo uno dei principali motivi che ha portato milioni di persone ad abbandonare il Movimento dopo avergli dato fiducia alle Politiche del 2018. Stando ai dati raccolti dal Corriere della Sera, i Cinque Stelle da gennaio 2020 hanno perso 6.000 attivisti mentre sono stati chiusi 76 meet up.

L’emorragia è in atto da diverso tempo. Per varie ragioni, soprattutto politiche. Secondo i sondaggi politici Noto, il 40% ha lasciato la causa grillina perché, a suo dire, il Movimento si è spostato su posizione di destra. Il 35% lo ha fatto per il motivo opposto, ovvero che si è appiattito su posizioni di sinistra. Vista l’eterogeneità dell’elettorato grillino, questi abbandoni non destano tanta sorpresa. Bisogna dire però che il Movimento ci ha messo anche del suo per scontentare la propria base elettorale. A cominciare dal disattendere i vari cavalli di battaglia promossi prima di andare al governo. Non è quindi un caso se il 67% non nasconda il suo disappunto affermando che il M5S non ha rispettato le promesse fatte in campagna elettorale. Non solo. Il 61% accusa i grillini di non aver aperto il Parlamento come “una scatoletta di tonno” e di non essere riusciti a cambiare “il palazzo”.

Sondaggi politici Noto: Grillo criticato

Anche Grillo viene messo sul banco degli imputati: il 68% lo critica dicendo che un vero leader deve saper gestire direttamente un soggetto politico. E non a fase alterne solo per puntellare la maggioranza di governo. Ma probabilmente, il dato che fa più male ai grillini della prima ora è un altro: quello di essere considerati peggio di quei politici che venivano denigrati in piazza pochi anni fa. A pensarla in questo modo è, infatti, un quarto degli italiani.

Sondaggi politici Noto: nota metodologica

In attesa di diffusione.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →