Guida ventilatori 2020: a torre o da tavolo, ecco quale scegliere

Pubblicato il 30 Giugno 2020 alle 14:35 Autore: Daniele Sforza

Una guida ai ventilatori 2020: quale prodotto scegliere, a torre o da tavolo? Ecco i consigli per sopravvivere alla calda stagione.

Guida ventilatori 2020
Guida ventilatori 2020: a torre o da tavolo, ecco quale scegliere

L’estate è entrate nel vivo e occorre dare uno sguardo ai migliori ventilatori 2020 per capire quale dispositivo possa essere il più adatto alle nostre esigenze e soprattutto per aiutarci a combattere l’afa, che ormai è arrivata con l’estate. Se a casa non si dispone di un condizionatore, infatti, è necessario ricorrere all’utilizzo di un ventilatore. Ma quale tipologia di ventilatore è migliore? Quello a torre o quello da tavolo? La rivista 60 millions de consommateurs ha fornito importanti indicazioni in merito.

Guida ventilatori 2020: a torre o da tavolo, le differenze

Come ricorda Il Salvagente, esistono 4 tipi di ventilatore sul mercato: i primi sono quelli da tavolo, che sono di dimensioni compatte e dunque anche meno potenti. Sono quei classici ventilatori utili solo per dare un po’ di refrigerio alla persona più vicina. Poi ci sono quelli più comuni, che si sforzano un po’ di più nel cercare di refrigerare l’ambiente in cui si trovano: sono i classici ventilatori montati su un piede, che possono essere fissi o girare con le eliche per raffreddare un ambiente più grande.

Altri due tipi di ventilatori sono quelli a torre, che sono colonne pensate appositamente per riempire meno spazio, ma senza togliere energia al flusso d’aria: sono modelli design, meno “artigianali” rispetto ai vecchi ventilatori. Infine ci sono i miscelatori d’aria, che si appoggiano a terra, hanno dimensioni più ampie rispetto agli altri modelli e, di conseguenza, vantano una maggiore potenza.

Già le descrizioni sopra riportate fanno pensare che se l’indecisione è tra un ventilatore da tavolo o un ventilare a torre, la scelta deve ricadere su quel modello che più si adatta alle vostre esigenze: pertanto, se preferite una soluzione più piccola ma meno potente, quasi “portatile” a cui avvicinarvi, allora è preferibile puntare sul ventilatore da tavolo. Se invece preferite avere un modello che raffreddi ambienti più grandi, ma non distorca l’estetica della stanza, allora un ventilatore a torre è quello che potrebbe fare al caso vostro. Anche il prezzo, naturalmente, è differente, con i primi modelli che costano di meno rispetto ai secondi, ma che offrono anche prestazioni di minor potenza.

Ventilatori 2020: come scegliere il modello

Se optate per un ventilatore a terra ma desiderare un flusso d’aria maggiore, allora la scelta necessaria dovrà ricadere sulle torri più alte. Se invece optate per un ventilatore da tavolo, considerando che tenerlo acceso fisso su di voi potrebbe avere conseguenze sulla salute poco piacevoli, il consiglio è quello di scegliere un modello con oscillazione automatica.

Altro aspetto da considerare è la rumorosità: il numero dei decibel è parametro fondamentale per valutare la rumorosità del dispositivo. Preferibilmente, il suggerimento è quello di scegliere modelli che presentano una capacità inferiore a 45 dB.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →