Sondaggi elettorali Quorum: comunali Venezia, Brugnaro in pole per il bis

Pubblicato il 21 Luglio 2020 alle 10:31
Aggiornato il: 23 Luglio 2020 alle 11:23
Autore: Andrea Turco

Secondo i sondaggi elettorali Quorum, il sindaco uscente di Venezia verrebbe rieletto già al primo turno alle elezioni comunali di settembre 2020

sondaggi elettorali quorum, Fase 3 Coronavirus: cos'è e quando inizia
Sondaggi elettorali Quorum: comunali Venezia, Brugnaro in pole per il bis

Tra le città che a settembre rinnoveranno i propri consigli comunali c’è Venezia. Per ora, gli unici candidati big certi sono il sindaco uscente Luigi Brugnaro, candidato indipendente del centrodestra, e Pier Paolo Baretta, sottosegretario del MEF sostenuto dal Partito Democratico. A correre per la carica di primo cittadino ci saranno anche Giovanni Andrea Martini, presidente della Municipalità Venezia Murano Burano alla guida della lista Tutta la Città Insieme, il giurista Marco Gasparinetti con la lista Terra e Acqua e il filosofo Stefano Zecchi con il Partito dei Veneti. A non aver ancora presentato il candidato di bandiera è il Movimento 5 Stelle mentre la galassia dei partiti di sinistra devono ancora decidere se allearsi con il Pd o correre da soli.

Sondaggi elettorali Quorum: comunali Venezia, Brugnaro eletto già al primo turno

Sul possibile esito delle comunali veneziane si è pronunciato recentemente un sondaggio Quorum realizzato per La Stampa tra il 6 e l’8 luglio. Dalle intenzioni di voto alle liste, si può notare come Brugnaro abbia molte chance di essere rieletto. Infatti, se nel 2015 al primo turno il sindaco uscente incassò il solo sostegno di Forza Italia, questa volta ad appoggiarlo dall’inizio ci saranno, con ogni probabilità, anche Lega e Fratelli d’Italia. Tradotto: Brugnaro parte da una base voti del 55,4%. Quanto basta per essere eletto già al primo turno senza dover passare per il ballottaggio.

Sondaggi elettorali Quorum: comunali Venezia, le intenzioni di voto

Per quanto riguarda il voto alle liste, il Pd risulta il partito che ottiene più voti (23,2%). Quasi uno in più della Lega (22,6%) che a Venezia alle Europee del 2019 toccò il 37%. Terza forza è la “Lista Brugnaro” che sostiene il sindaco uscente. Segue Fratelli d’Italia con il 7,8% mentre la lista “Terra e Acqua” supera di poco (5,2%) il Movimento 5 Stelle (5%). Forza Italia sfiora il 4% (3,9%). Il Partito dei Veneti (3%) e Tutta la città insieme (2,4%) fanno meglio di Italia Viva (1,7%) a pari merito con lista verde di sinistra (1,7%). Chiude con lo 0,4% Italia in comune – Volt.

Sondaggi elettorali Quorum: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 6 all’8 luglio 2020. Campione: Cittadini maggiorenni residenti nel comune di Venezia, indagati per quote di genere ed età. 900 interviste complete su 3562 chiamate effettuate. Errore statistico: +/- 3,1% con intervallo di confidenza al 95%. Metodo raccolta delle informazioni: CATI.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →