L’industrializzazione IT della finanza nel prossimo futuro

Pubblicato il 23 Luglio 2020 alle 16:11 Autore: Redazione

Il bitcoin è stato recentemente oggetto di hacking, come era inevitabile, ma la contraffazione è un pericolo per tutte le monete da quando esistono

bitcoin
L’industrializzazione IT della finanza nel prossimo futuro

Qual è l’obiettivo della valuta virtuale Bitcoin

A partire da marzo 2018, la principale valuta virtuale ha fluttuato  ripetutamente ed è stata volatile, ci sono stati casi di deflusso a causa di hacking. In questa sezione, considereremo la criptovaluta più famosa come esempio, oservando se la valuta virtuale può essere utilizzata come mezzo di rimessa e regolamento.

bitcoin
https://pixabay.com/it/photos/bitcoin-soldi-decentrata-virtuale-2008262/

Che cos’è la “valuta virtuale”?

Bitcoin e altre cosiddette “valute virtuali” possono essere acquistati e venduti su Internet e l’hacking ha portato a casi in cui le monete vengono rubate dai sistemi di scambio durante il trading online. Questa valuta virtuale significa semplicemente “moneta” “virtuale”. Innanzitutto, come si può vedere da “valuta” e “moneta”, la valuta virtuale è come il denaro. È ancora equivalente ai “soldi” come yen e dollaro. Poiché equivale al “denaro”, esistono unità monetarie come yen e dollaro. L’unità di Bitcoin è scritta come BTC. Si può contare come 1 BTC (moneta da 1 bit) come 1 yen o 1 dollaro. Tuttavia, come si può vedere dal “virtuale”, a differenza dello yen e del dollaro, non esiste una figura visibile per la mano. Naturalmente, non ci sono monete contrassegnate con una grande “B”. Bitcoin è una “valuta” “virtuale” che esiste solo su Internet.

Condizioni per stabilizzare la valuta

Al momento, ciò che viene chiamato valuta virtuale come bitcoin è generalmente riconosciuto come una valuta e non è in uso per la rimessa e il regolamento delle transazioni. Tuttavia non è condivisibile la teoria secondo cui “questo è fondamentalmente uno schema di frode”. La valuta utilizzata per le transazioni generali sono le banconote e le altre valute, ma c’erano volte in cui prima venivano usati metalli preziosi come l’oro. Tuttavia, il suo ruolo essenziale è quello di chiudere una transazione mediante qualcosa che entrambe le parti apprezzano. Le banconote utilizzate oggi hanno solo un piccolo valore diretto. Pertanto, la domanda diventa se valute come banconote e monete abbiano o meno un’alta credibilità nella società nel suo insieme. Ad esempio, le valute di un paese la cui struttura nazionale è sull’orlo del collasso subiranno una grande inflazione e perderanno il suo valore. La domanda essenziale è se la valuta può stabilire il credito sociale. E del resto anche la valuta può essere contraffatta.

L’importanza della contraffazione

se le banconote contraffatte sono diffuse, la fiducia sociale non può essere facilmente ottenuta. Pertanto, filigrane e segni vengono messi sul conto stesso per prendere misure contro la falsificazione. L’idea di base per prevenire la contraffazione non è quella di emettere banconote di alto valore. Ad esempio, in transazioni come quelle immobiliari, si può ritenere che una fattura da un milione di yen non sia ingombrante e conveniente, ma tali fatture di alto valore non vengono emesse in nessuna valuta nazionale. Questo perché le prestazioni in termini di costi della contraffazione saranno migliorate. Ad esempio, anche se la falsificazione di una banconota da 10.000 yen ha esito positivo, la sua prestazione in termini di costi non è mai elevata. Un milione di banconote migliorerà le prestazioni in termini di costi della contraffazione e potrebbe incentivare la contraffazione. Le valute classiche insomma non sono esenti da tentativi di truffa, come e più dei bitcoin

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →