Anticipo TFS e TFR dipendenti pubblici: accordo Abi firmato, quando parte

Pubblicato il 10 Agosto 2020 alle 08:30
Aggiornato il: 11 Agosto 2020 alle 09:12
Autore: Daniele Sforza

Anticipo Tfs e Tfr per i dipendenti pubblici: finalmente ci siamo. L’accordo quadro è stato firmato dall’Abi. Ecco quando parte l’iter.

Anticipo Tfs e Tfr dipendenti pubblici
Anticipo TFS e TFR dipendenti pubblici: accordo Abi firmato, quando parte

Anticipo Tfs e Tfr per i dipendenti pubblici, ultimi aggiornamenti importanti vista la firma sull’accordo quadro da parte dell’Associazione Bancaria Italiana e la susseguente circolare inviata agli associati, come comunicato dalla stessa ABI in una nota recente pubblicata sul proprio sito ufficiale. Ecco quali sono le ultime novità riguarda e quando parte la procedura tanto attesa dai dipendenti pubblici per quanto riguarda l’anticipo del trattamento di fine servizio e del trattamento di fine rapporto.

Anticipo Tfs e Tfr: il comunicato stampa dell’Abi

L’Ani ha sottoscritto l’Accordo Quadro per l’anticipo Tfs e Tfr dei dipendenti pubblici per poi emanare immediatamente un’apposita circolare agli Associati, scrive l’Abi nel comunicato stampa del 7 agosto. L’accordo, si legge nella nota, prevede la firma del Ministero dell’Economia e delle Finanze, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Pubblica Amministrazione, sentiti l’Inps, il Garante Privacy, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per i profili id competenza.

L’Accordo Quadro va ad attuare quanto stabilito dal DL n. 4/2019 e definisce i termini e le modalità di adesione da parte delle banche all’iniziativa, le modalità di adeguamento del contratto in relazione all’adeguamento dei requisiti pensionistici alla speranza di vita, le specifiche tecniche e di sicurezza dei flussi informativi nonché le modalità di determinazione del tasso di interesse da corrispondere sull’anticipo Tfs e Tfr. All’accordo sopraccitato sono allegati anche il modello della domanda di anticipo Tfs e Tfr, lo schema della proposta contrattuale, i modelli di adesione e di recesso da parte delle banche e degli intermediari finanziari, nonché il facsimile dell’autocertificazione dello stato di famiglia del richiedente l’anticipo della liquidazione.

La sottoscrizione dell’Accordo da parte di tutti i firmatari va a completare la procedura di definizione della disciplina necessaria al perfezionamento delle operazioni in oggetto.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →