Patate ripiene di lenticchie e cotechino

Pubblicato il 1 Ottobre 2020 alle 06:57 Autore: Claudia Mustillo

Le patate ripiene di lenticchie e cotechino sono una ricetta veramente originale, forse un po’ fuori stagione in questo periodo.

Patate ripiene di lenticchie e cotechino

Le patate ripiene di lenticchie e cotechino sono una ricetta veramente originale, forse un po’ fuori stagione in questo periodo, ma almeno c’è tempo per provare la ricetta ed arrivare pronti a Capodanno. Vediamo insieme la preparazione

Ingredienti

  • 150 g di lenticchie
  • 6 patate grandi
  • 1 cotechino o zampone
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota piccola
  • 1 pezzetto di cipolla
  • 1 spicchietto d’aglio
  • Sale fino q.b.
  • Olio evo q.b.

Per preparare le patate ripiene di lenticchie e cotechino iniziamo mettendo le lenticchie in acqua, se utilizzate le lenticchie secche. Poi scolate e sciacquate le lenticchie sotto l’acqua fredda. Tagliate il sedano, la carote e la cipolla. Prendete un tegame e aggiungete il preparato del soffritto e due cucchiai di olio extravergine di oliva. Dopo qualche minuto aggiungete le lenticchie al soffritto, mescolate bene e poi aggiungete dell’acqua calda. Lasciate cuocere le lenticchie per circa 45 minuti. 

Intanto mettete a bollire le patate, delle patate ripiene di lenticchie e cotechino, e cuocete anche il cotechino per circa 25 minuti. 

Passati 25 minuti, quindi togliete il cotechino dall’acqua, tagliate la busta e fate scolare il grasso. A questo punto le lenticchie saranno cotte, allora spegnete e tenete da parte. Scolate le patate  e sbucciate, poi tagliatele a metà. 

Svuotate le patate, per fare le patate ripiene di lenticchie e cotechino, e poi lasciatele cuocere in forno per circa 25 minuti nel forno riscaldato a 250° statico. Poi togliete le patate dal forno, farcitele con lenticchie e  cotechino e infornate per altri cinque minuti. 

Ecco che le patate ripiene sono pronte per essere servite. Anche se non è la ricetta perfetta per Ferragosto, provate ed esercitatevi in questi giorni di vacanza in cui magari avete più tempo per dilettarvi in cucina, così arrivate pronti a Capodanno. Buon appetito, ci vediamo alla prossima ricetta