Prolungamento Naspi 2020 ad agosto: verso la proroga ma per chi?

Pubblicato il 12 Agosto 2020 alle 13:19
Aggiornato il: 23 Agosto 2020 alle 12:55
Autore: Guglielmo Sano

Prolungamento Naspi 2020 con Decreto Agosto: dovrebbe essere prorogata l’indennità di disoccupazione sulla scorta dei precedenti provvedimenti

Prolungamento Naspi 2020 ad agosto: verso la proroga ma per chi?

Prolungamento Naspi 2020 ad agosto: verso la proroga ma per chi?

Prolungamento Naspi 2020 con Decreto Agosto: dovrebbe essere prorogata l’indennità di disoccupazione sulla scorta dei precedenti provvedimenti licenziati dal governo. Ecco i potenziali beneficiari della misura in dirittura d’arrivo.

Naspi: verso un’ulteriore proroga con il Decreto Agosto

Ancora non ci sono certezze, tuttavia, con il Decreto Agosto dovrebbe arrivare anche un’ulteriore proroga delle indennità di disoccupazione: la Naspi, innanzitutto, poi la Dis Coll e la disoccupazione agricola. Se nel Decreto Rilancio era comparso un prolungamento per i trattamenti scaduti tra l’1 marzo e il 30 aprile, come par di capire ascoltando il Ministro del Lavoro Catalfo e seguendo le bozze del nuovo Dl, un altro sarà previsto per le indennità in scadenza tra l’1 maggio e il 30 giugno 2020.

La proroga della Naspi e delle altre tipologie di indennità di disoccupazione che pare essere in dirittura d’arrivo dovrebbe riguardare tutti coloro per cui era stato previsto il primo prolungamento, quello stabilito con il Decreto Rilancio. Dunque, fatta salva la permanenza dei requisiti, percepiranno l’assegno per altri 2 mesi coloro che avevano l’indennità in scadenza tra il primo marzo e il 30 aprile, così come i beneficiari di indennità in scadenza tra il primo maggio e il 30 giugno.

Indennità anche per le uscite volontarie

Tra l’altro, sempre con il Decreto Agosto, dovrebbe arrivare un’altra importante novità per quanto riguarda la Naspi: si potrà richiedere anche in caso di cessazione volontaria del rapporto di lavoro seguita a accordo collettivo di cessazione del rapporto di lavoro. Insomma, non bisognerà attendere il licenziamento per giusta causa. L’ampliamento del raggio di azione della misura rientra nel pacchetto delle nuove norme anti-licenziamento: dando la possibilità di richiedere la Naspi ai dipendenti che aderiscono ad un accordo con la propria azienda si darà a quest’ultima la possibilità di procedere a una riorganizzazione e, in molti casi, evitare il fallimento.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →