Barbara Hepworth: biografia e chi era la scultrice del Doodle Google

Pubblicato il 25 Settembre 2020 alle 05:20 Autore: Daniele Sforza

Chi era Barbara Hepworth, la protagonista del Doodle Google di oggi, martedì 25 agosto 2020, nata nel 1903 e deceduta nel 1975.

Barbara Hepworth chi era
Barbara Hepworth: biografia e chi era la scultrice del Doodle Google

Barbara Hepworth è stata omaggiata da Google con un apposito Doodle oggi, martedì 25 agosto 2020. Perché proprio questa data, se la Hepworth (vero nome: Jocelyn Barbara Hepworth) è nata il 10 gennaio 1903 (a Wakefield) ed è morta il 20 maggio 1975 (a St. Ives)? Semplicemente perché il 25 agosto 1939 la Hepworth si trasferì proprio a St. Ives, evento importantissimo per la sua vita e la sua carriera, visto che qui costruì il suo studio e divenne la celebre e bravissima scultrice che conosciamo oggi.

Chi era Barbara Hepworth: la biografia

La Hepworth inizia gli studi artistici presso la Leeds School of Art, frequentando il Royal College of Art dal 1921 al 1924, dopo aver ottenuto una borsa di studio grazie all’aiuto della contea. Qui conobbe altri artisti che poi diventarono celebri nella scena contemporanea per il loro particolare ramo: oltre ai pittori Raymond Coxon ed Edna Ginesi, conobbe e frequentò anche lo scultore Henry Moore.

L’incontro della vita (anche sentimentale) avvenne con un altro scultore, John Skeaping, con cui viaggiò in Italia nel 1924 e che sposò l’anno seguente a Firenze. Quindi i due si trasferirono a Roma e qui si dedicarono totalmente alla scultura per due anni, prima di ritornare a Londra, nel 1925. La loro unione durò fino al 1931.

Julius Lothar Meyer: biografia, ecco chi era il chimico

Altro incontro sentimentale fu quello con Ben Nicholson, che la Hepworth conobbe nel 1932 e che sposò nel 1933. I due divorziarono diciotto anni dopo, nel 1951. Durante questi anni la coppia conobbe i più importanti esponenti del mondo artistico del periodo, tra cui Mondrian, Picasso e Brancusi. La Hepworth fu una delle artiste più rilevanti del gruppo che risiedeva a St. Ives. Negli anni Trenta si focalizzò in particolare sulle forme astratte, divenendo in breve tempo una delle principali esponenti della corrente del Modernismo.

La sua arte

Tra i premi e le onorificenze ricevute spiccano il primo premio alla Biennale di San Paolo nel 1959 e il titolo di Dama dell’Ordine dell’Impero Britannico, assegnatole nel 1965. Sul sito della Tate Modern di Londra è ben riassunto il pensiero della sua arte: “Nonostante abbia a che fare con le forme e con l’astrazione, l’arte di Hepworth riguarda primariamente le relazioni: non solo tra due forme messe l’una accanto all’altra, ma tra la figura umana e il paesaggio che lo circonda, tra il colore e la composizione, e soprattutto tra le persone a un livello individuale e sociale”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →