Pensioni ultime notizie: domanda aumento invalidità, quando scade

Pubblicato il 14 Ottobre 2020 alle 07:30 Autore: Daniele Sforza
Pensioni ultime notizie aumento assegni invalidità

Pensioni ultime notizie: domanda aumento invalidità, quando scade

Pensioni ultime notizie: come ben sapete gli assegni di invalidità destinati agli invalidi civili totali, ciechi civili assoluti e sordi (a partire dai 18 anni e non più solo dai 60 anni), aumenteranno dagli attuali 285 euro a 651,51 euro. Ciò al fine di rispondere a norma di legge a quanto stabilito dalla Consulta che aveva definito in una sentenza incostituzionali – perché poco rispettosi della dignità della vita – gli importi delle pensioni di invalidità.

Pensioni ultime notizie: aumento assegni invalidità, a chi spetta

A chi spetta l’aumento dell’assegno di invalidità? Per ottenerlo è necessario essere in possesso di alcuni requisiti: il singolo dovrà avere un reddito non superiore a 8.469,63 euro, mentre il pensionato coniugato non dovrà superare la stessa cifra per il reddito individuale e l’importo di 14.447,42 euro considerando il reddito complessivo, cumulato cioè anche con il coniuge. Nell’eventualità in cui a entrambi spettasse l’aumento, ciò concorre a formare il reddito. In questo caso l’aumento spetta solo a un coniuge. Non concorrono a formare il reddito quello derivante dalla casa di abitazione, le pensioni di guerra, l’indennità di accompagnamento, l’importo aggiuntivo di 151,94 euro, i trattamenti di famiglia, l’indennizzo spettante ai soggetti danneggiati irreversibilmente a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati.

Quando scade la domanda

Come abbiamo scritto all’inizio di questo articolo, il termine ultimo per presentare la domanda e ottenere l’aumento sull’assegno di invalidità cade il prossimo 30 ottobre. La domanda dovrà essere presentata, autonomamente o tramite intermediario, esclusivamente online, tramite il servizio Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, Ape sociale, Beneficio Precoci, che si trova sul sito Inps. Alla voce Note, specificare quanto segue: “Richiedo il riconoscimento della maggiorazione con decorrenza dal 1° agosto 2020”. Con il primo accredito, infatti, saranno riconosciuti anche gli arretrati.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →