Vaccino Covid: può essere conservato a temperature più alte? Lo studio

Pubblicato il 20 Febbraio 2021 alle 11:18 Autore: Guglielmo Sano
Microscopio

Vaccino Covid: può essere conservato a temperature più alte? Lo studio

Il Vaccino Covid di Pfizer Biontech, secondo gli studi più recenti realizzati dalle case farmaceutiche che lo producono, non deve essere conservato necessariamente a temperature bassissime. Cosa potrebbe significare questa scoperta per l’evoluzione della campagna vaccinale?

Vaccino Covid: gli ultimi studi sulla temperatura di conservazione

Una nuova scoperta potrebbe cambiare completamente l’approccio all’immunizzazione di massa contro il coronavirus. Un recente studio realizzato da Pfizer e Biontech sul proprio Vaccino Covid ha mostrato come quest’ultimo possa essere conservato anche a temperature più alte, molto più alte di quanto si pensasse rimanendo comunque efficace. In pratica, il composto – attualmente quello nettamente più utilizzato nel mondo – dovrebbe mantenersi stabile anche a una temperatura compresa tra -25 e -15 gradi centigradi per due settimane.

Una scoperta potenzialmente rivoluzionaria?

Insomma, un livello che riescono a mantenere anche i frigoriferi usati comunemente in molte farmacie e laboratori scientifici. Fino al completamento di questi studi, si pensava che per poter essere conservato in modo ottimale il Vaccino Covid Pfizer Biontech dovesse essere mantenuto intorno a -70 gradi centigradi, una temperatura garantita solo da macchinari potenti e non particolarmente diffusi. Ora, lo studio realizzato dalle case farmaceutiche è sotto esame da parte della Food and Drugs Administration (FDA), l’agenzia americana che si occupa di verificare la sicurezza dei farmaci.

Tuttavia, se l’organo Usa e poi l’Ema e gli altri organi sanitari nazionali dovessero certificare la correttezza dei dati della ricerca molto nell’approccio della campagna vaccinale potrebbe cambiare. Basti pensare che al momento il Vaccino Covid Pfizer Biontech viene conservato a -70 C° per non più di 6 mesi, quindi, si fa scongelare progressivamente (rimane stabile fino a 30 giorni se conservato in contenitori isolanti e refrigerati con ghiaccio secco), infine, tenuto a temperature garantite da un normale frigorifero (tra 2 e 8 gradi) per un massimo di 5 giorni.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →