Sondaggi elettorali SWG, il PD guadagna quasi un punto in una settimana, ma rimane sotto il 20%

Pubblicato il 13 Aprile 2021 alle 18:09 Autore: Gianni Balduzzi
ultimi sondaggi elettorali swg

Sondaggi elettorali SWG, il PD guadagna quasi un punto in una settimana, ma rimane sotto il 20%

Questa settimana secondo gli ultimi sondaggi elettorali di SWG vi sono buone notizie per i due principali partiti dell’ex maggioranza, PD e Movimento 5 Stelle, entrambi in aumento.

Ma soprattutto per il primo, che guadagna il 0,9%. E va al 19,3%. Vi è da dire che SWG era stato l’istituto meno generoso negli ultimi 7 giorni con il partito di Enrico Letta, e forse è anche per questo che si registra un miglioramento più vistoso.

Il M5S cresce solo di due decimali e raggiunge il 17,7% ma tanto basta per superare al terzo posto Fratelli d’Italia, che invece scende al 17,3%, dopo avere perso lo 0,3%.

In prima posizione rimane la Lega, che però tocca un nuovo minimo, il 22%, dopo un arretramento dello 0,8%. Che tra l’altro non viene compensato dagli alleati. Nè da Fratelli d’Italia, come si è visto, nè da Forza Italia, che perde un decimale e va al 6,7%, o da Cambiamo!, ferma all’1%

Tra i partiti minori Azione è al 3,4%, in leggera diminuzione di uno 0,1%, mentre Sinistra Italiana raggiunge il 3%, grazie a un incremento di tre decimali. Continua a perdere consenso invece l’ex alleato Articolo 1, che cala del 0,2% e va all’1,5%.

Giù di due decimali anche Italia Viva, ora al 2,2%, raggiunta dai Verdi che ne guadagnano tre. E tre ne perde invece +Europa, all’1,5%

sondaggi elettorali

A livello di fiducia nel premier e nel governo SWG nei suoi sondaggi elettorali rileva come la grande maggioranza degli italiani, il 62%, in realtà non veda una sostanziale differenza tra l’attuale esecutivo Draghi e quello precedente di Conte.

La pensano così gli elettori dei principali partiti tranne quelli del Movimento 5 Stelle, la maggioranza dei quali, il 57%, invece pensa che sia stato più efficace il Conte bis.

Tra tutti in realtà però questa posizione è minoritaria, ed è sostenuta solo dal 17% degli elettori. Un 21% invece, che diventa il il 37%, tra chi vota Lega e Fratelli d’Italia, pensa che sia meglio l’attuale governo.

sondaggi

Sondaggi elettorali SWG, Draghi batte Conte 55% a 50%

Se poi la domanda posta negli ultimi sondaggi elettorali di SWG è invece diversa ed è su quanta fiducia si ripone in Draghi o in Conte, in realtà si raggiungono percentuali piuttosto alte per entrambi. Quelli che affermano che ne ha molta o abbastanza per il primo sono il 55%, mentre gli estimatori di Conte sono il 50%.

Coloro che hanno maggiore fiducia per entrambi sono gli elettori del PD, tra cui Draghi arriva all’82% e Conte all’80%. Nel centrodestra curiosamente l’attuale premier ottiene più apprezzamento tra chi vota Fratelli d’Italia, il 59%, che tra i leghisti, nonostante la Lega sia parte della maggioranza e il partito di Giorgia Meloni sia all’opposizione.

Viceversa tra i pentastellati l’88% hanno fiducia in conte e solo il 29% in Draghi.

sondaggi elettorali

Tra i quesiti degli ultimi sondaggi elettorali dell’istituto di Trieste vi è anche quello che riguarda un giudizio sul governo più efficace tra l’attuale e quello precedente in vari aspetti. Quello di Draghi risulta migliore nella capacità di dialogo con gli altri Paesi europei, 46% a 20%, nonché nel piano vaccinale, 42% a 16%, anche se un altro 42% afferma che non c’è differenza.

È più forte per il 40% anche la coesione nel governo. E per il 34% Draghi ha piani migliori per la ripresa economica. Ma in questo caso è ben il 47% a non vede differenze.

Il Conte bis è rimpianto in modo deciso solo nell’ambito della comunicazione con i cittadini, che per il 44% svolgeva meglio

sondaggi

Questi sondaggi elettorali sono stati svolti con metodo CATI-CAMI-CAWI tra il 7 e il 9 aprile su 800 soggetti, tra il 7 e il 12 aprile invece su 1200 nel caso delle intenzioni di voto

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →