Regole dal 26 aprile: quali novità dovrebbe contenere il Decreto Riaperture?

Pubblicato il 21 Aprile 2021 alle 10:45 Autore: Guglielmo Sano
Regole dal 26 aprile: quali novità dovrebbe contenere il Decreto Riaperture?

Regole dal 26 aprile: quali novità dovrebbe contenere il Decreto Riaperture?

Regole dal 26 aprile: quali novità dovrebbe contenere il Decreto Riaperture? Approderà sul tavolo del Consiglio dei Ministri nella giornata di oggi, mercoledì 21 aprile 2021 e sarà licenziato entro il weekend.

Regole dal 26 aprile: scuole e spostamenti tra regioni

Regole dal 26 aprile: arrivano importanti novità alla normativa Covid col prossimo Decreto del Governo Draghi. Innanzitutto, dal prossimo lunedì torna la zona gialla. In base a specifici protocolli anti-contagio (ingressi contingentati, distanziamento, mascherina obbligatoria), riapriranno cinema e teatri. Si potrà andare al ristorante a cena ma solo se le attività hanno uno spazio all’aperto e comunque entro i limiti fissati dal coprifuoco (non è ancora chiaro se inizierà ancora alle 22 o alle 23).

Da lunedì prossimo si ritorna in classe al 100% fino alla terza media, per le scuole superiori alla fine dovrebbero scattare le lezioni in presenza per almeno il 50% e per non più del 75% degli studenti in zona rossa (mentre in zona gialla e zona arancione si punta a un minimo del 60% e fino al 100% degli studenti delle scuole secondarie in aula). Per quanto riguarda gli spostamenti, dal 26 aprile al 15 giugno, in zona gialla (e in zona arancione solo all’interno del proprio comune) si potrà fare un unico spostamento verso una sola abitazione in massimo 4 persone stando alle ultime anticipazioni sul testo del provvedimento. Per andare in zona rossa o arancione senza motivazioni legate a salute, lavoro, comprovata necessità, servirà il cosiddetto pass verde che dimostri il completamento del ciclo vaccinale, un tampone negativo nelle precedenti 48 ore, l’avvenuta guarigione dal Covid.

15 maggio e 1 giugno: altre importanti riaperture

Regole dal 26 aprile: dalla prossima settimana in zona gialla si potranno tornare a praticare sport di contatto e di squadra anche all’aperto, mentre per le piscine la data chiave è quella del 15 maggio, per le palestre la riapertura dovrebbe essere fissata all’1 giugno. Sempre dall’1 giugno si potrà tornare in stadi e palazzetti dello sport. La data dell’1 giugno importante anche per i ristoranti che potranno riprendere la propria attività anche al chiuso (ma forse solo fino alle 18). Dal 15 maggio, invece, se posti in una regione “gialla” via libera alla riapertura dei centri commerciali anche nei fine settimana.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →