Come é andato il mercato delle reti fisse nel 2020

Pubblicato il 11 Maggio 2021 alle 14:39 Autore: Redazione
reti fisse

Come é andato il mercato delle reti fisse nel 2020

Anno dopo anno, dal 2016 al 2020, le reti fisse in solo rame hanno perso terreno con la perdita di -10,4 punti percentuali dal 2019 al 2020.

La fotografia dei dati evidenziata da AGCOM tramite l’Osservatorio sulle Comunicazioni mostra chiaramente come siano in diminuzione gli accessi diretti complessivi per la rete fissa con variazioni in valori assoluti così riportate: -131 mila accessi su base trimestrale nel periodo giugno 2020-settembre 2020 (-0,7%), -319 mila accessi su base annuale nel periodo settembre 2019-settembre 2020 (-2,0%) e -792 mila accessi nel periodo settembre 2016-settembre 2020 (-3,9%).

In punti percentuali la diminuzione si nota sul rame come sopra riportato (-10,4 punti percentuali) dal 2019 al 2020 mentre, nello stesso lasso di tempo, si attestano in crescita FWA con +0,9, FTTC con +7,0 e FTTH con +2,5.

Per quanto riguarda le quote di mercato, TIM continua a essere anche nel 2020 leader del settore della telefonia fissa con una quota di mercato del 45,1% che, tuttavia, si dimostra in calo del -2,6% rispetto al 2019 quando si attestava al 46,5%.

Il più diretto “inseguitore” si conferma Vodafone che cresce del +0,8 e si porta dal 15,3% del 2019 al 15,8% del 2020.

Insieme a Vodafone crescono anche Wind Tre e Fastweb, rispettivamente del +0,5% e +0,4%.

Crescita anche per Linkem con il + 0,3% , Eolo con il +0,5% e altre compagnie del settore con il +0,2%.

reti fisse

Per ciò che riguarda gli accessi broadband e ultrabroadband, notiamo dai dati riportati dall’Osservatorio sulle Comunicazioni che il 2020 ha visto un incremento degli accessi totali del +0,3% con +48 mila accessi in base alla varazione trimestrale e +374 mila accessi in base alla variazione annuale (+2,1%) con una decrescita degli accessi DSL del -19,5% con -1455 mila accessi e una crescita delle altre tecnologie con un +18,3% e +1830 mila accessi.

Le quote di mercato in questo caso evidenziano che TIM scende al 42,1% con -1,0% mentre Fastweb e Vodafone sono in leggera crescita con, rispettaivamente, +0,5% e +0,2%.

In leggera diminuzione, invece, la quota di Wind Tre con -0,1%.

Infine, si nota come siano in flessione gli accessi DSL con una variazione settembre 2019-settembre 2020 del -19,5% mentre salgono gli accessi FWA (+11,4%), FTTC (+16,0%) e FTTH (+41,7%) sempre nel periodo settembre 2019-settembre 2020.

Gli accessi totali DSL a settembre 2020 sono stati 6,10 milioni, FWA 1,44 milioni, FTTC 8,81 milioni e FTTH 1,57 milioni.

La velocità di connessione sembra quindi sempre più un must per gli utenti e una verifica copertura adsl è importante per capire se la propria zona e il proprio civico siano coperti dalla connessione internet veloce, con o senza linea telefonica fissa.

Infatti, ad oggi, la copertura delle reti veloci dei vari operatori potrebbe non essere ancora capillare e servire tutte le zone e tutte le abitazioni dei vari territori comunali.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →