Green pass: intesa Ue sui certificati vaccinali per viaggi. Quando il rilascio?

Pubblicato il 21 Maggio 2021 alle 10:39 Autore: Guglielmo Sano
Green pass: intesa Ue sui certificati vaccinali per viaggi. Quando il rilascio?

Green pass: intesa Ue sui certificati vaccinali per viaggi. Quando il rilascio?

I vertici dell’Unione Europea si sono accordati, al momento ancora in modo informale, sul rilascio del Green pass. In sede continentale ribattezzato “certificato Covid 19”, il documento permetterà ai cittadini Ue di spostarsi più semplicemente tra i paesi della Comunità. L’accordo ufficiale dovrebbe arrivare entro metà giugno: esordio previsto per inizio luglio.

Green pass: intesa sui certificati vaccinali per viaggiare

Il Green pass europeo presto dovrebbe diventare realtà: i maggiori organi di Bruxelles, Consiglio dell’Ue, Parlamento Europeo e Commissione Europea, infatti, hanno raggiunto un accordo –ancora informale però – sull’introduzione del “Certificato Covid 19”. Il documento permetterà ai cittadini europei di spostarsi più semplicemente tra uno stato membro e l’altro. Come sarà fatto il “certificato”? Il Green pass europeo potrà essere sia cartaceo che digitale, in entrambi i casi presenterà un Qr code. Il codice indicherà le informazioni sanitarie fondamentali del titolare: in pratica, se ha completato il ciclo vaccinale, se è guarito dal Covid oppure se ha effettuato un test del tampone con risultato negativo nelle ore precedenti allo spostamento.

Quando saranno rilasciati?

La trattativa sul Green pass tra gli organi europei è stata tutt’altro che semplice: a riferirlo anche lo stesso relatore della proposta Fernando Lopez Aguilar, Presidente della commissione Ue per le libertà civili. Tra gli scogli più difficili da aggirare in sede di trattativa: la previsione di ulteriori restrizioni da parte dei singoli stati e la gratuità dei test necessari al rilascio del documento.

Alla fine, nulla da fare sia nel primo che nel secondo caso: d’altra parte, la Commissione Ue si è impegnata a stanziare delle consistenti risorse economiche per aiutare chi si sposta frequentemente per lavoro. Solo se lo richiederà la situazione epidemiologica e previa comunicazione 48 ore prima dell’entrata in vigore, i singoli stati potranno imporre ulteriori restrizioni al momento dell’ingresso (quarantena, autoisolamento, tampone ecc…). L’ufficialità sull’accordo dovrebbe arrivare tra il 7 e il 10 giugno, quando si terrà la prossima seduta plenaria del Parlamento Ue: il Green pass europeo dovrebbe entrare in vigore a partire dall’1 luglio (sarà valido per 12 mesi).

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →