Riforma Fisco 2021: quali tasse potrebbero essere cancellate

Pubblicato il 11 Ottobre 2021 alle 12:32 Autore: Claudio Garau
Rimborsi Fisco 2020 tempo accredito sul conto e quando arrivano

Riforma Fisco 2021: quali tasse potrebbero essere cancellate

In questo ultimo periodo la riforma fisco è uno dei tanti argomenti clou che agitano il dibattito politico. Se è vero che all’orizzonte potrebbero esservi degli aumenti, è però altrettanto vero che potrebbe a breve palesarsi l’addio a micro-tasse e balzelli, che certamente non sono mai stati graditi al cittadino e che peraltro hanno lo scarso vantaggio di portare un gettito di scarso rilievo per lo Stato.

Ci riferiamo ai pagamenti per il rilascio del passaporto fino alla marca da bollo per la domanda di laurea. Si tratta al momento di una promessa del Governo, quella relativa alla cancellazione di alcune micro-tasse, non essendovi per ora una conferma ufficiale.

Insomma pare l’Esecutivo che abbia dato la sua parola sulla citata cancellazione, nel testo della legge delega di riforma fisco, che include – su questo aspetto e su diversi altri – le conclusioni dell’indagine conoscitiva svolta dalle commissioni Finanze di Camera e Senato.

Riforma Fisco 2021: le microtasse nel mirino del Governo

Come accennato, non siamo ancora in grado di citare conferme ufficiali, perchè quello del taglio di alcune tasse è un argomento ancora in discussione. Bisogna dunque attendere ancora un po’ di tempo per sapere davvero quali sono le reali intenzioni dell’Esecutivo guidato dall’ex banchiere centrale Mario Draghi, ma – come accennato – sono più d’uno i tributi a rischio cancellazione, da quello che si versa per il rilascio del passaporto all’imposta sugli intrattenimenti, fino al cosiddetto superbollo per le auto di maggiore cilindrata.

Allo studio, come suddetto, anche la possibilità di cancellare la marca da bollo per la domanda di laurea. Intanto, nel dibattito sulla riforma fisco 2021, Arpe – Federproprieta’ continua ad avere “forti perplessita‘” sul contenuto della legge delega di revisione del catasto, nella sezione che mira a dare agli immobili nuovi valori patrimoniali e rendite attualizzate in linea con i valori di mercato. Anche su questo punto sono attese parecchie novità nelle prossime settimane.

Ballottaggio amministrative, come funziona e quando si torna al voto

Riforma Fisco 2021: Draghi assicura che il Governo non alzerà le tasse

E se l’addio ad alcune micro-tasse è piuttosto probabile, il premier Mario Draghi ha tenuto però a precisare che ciò non significherà aumentarne altre: “Il governo va avanti. L’azione del governo non può seguire il calendario elettorale, dobbiamo seguire il calendario negoziato con la Commissione europea per il Pnrr e per le raccomandazioni date dalla Commissione all’Italia. C’è una patrimoniale? No, la risposta è no: non c’è una patrimoniale. Questo governo non aumenta le tasse”. Queste le parole di Draghi in conferenza stampa a seguito di un vertice informale UE in Slovenia. Il Presidente del Consiglio è stato categorico ma, come sempre, staremo a vedere se alle parole seguiranno i fatti.

E anche sul punto della riforma del catasto, collegata alla riforma Fisco, il Premier ha puntualizzato e ribadito quanto segue: ” Comunque, questo governo non tocca le case degli italiani: non le tocca. Ho detto sin dall’inizio che non avrei aumentato le tasse, sono passati 7 mesi e non le abbiamo aumentate. Abbiamo detto no alle richieste di farlo, un po’ di credibilità l’abbiamo acquisita“. Aggiungendo poi: “Ora l’economia è ripartita, non turbiamo questa ripresa con attacchi fiscali”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →