Patente nuove regole: 3 novità chiave per allievi e patentati

Pubblicato il 9 Novembre 2021 alle 12:26 Autore: Claudio Garau
Bollo auto 2020 in scadenza da pagare entro settembre, le sanzioni

Patente nuove regole: 3 novità chiave per allievi e patentati

Nel quadro degli ultimi provvedimenti del Governo, vi sono novità anche per gli automobilisti. In particolare, il Codice della Strada è riformato dalla legge di conversione del decreto Infrastrutture.

Cosa cambia per coloro che vogliono prendere la patente più nota, ossia la patente B per l’auto? Vediamolo di seguito, focalizzandoci sulle novità chiave in tema di patente nuove regole.

Patente nuove regole: cosa cambia nel Codice della Strada? Novità per il foglio rosa

Onde sgomberare il campo da ogni possibile dubbio, vediamo in sintesi quali sono le novità in arrivo per chi si mette o si metterà al volante nelle prossime settimane.

Per quanto riguarda il foglio rosa, vale a dire il famoso documento che precede gli esami di guida e che serve all’allievo per esercitarsi con un patentato esperto, abbiamo una modifica sostanziale sulla sua durata. Infatti, se finora la sua durata era semestrale e consentiva di fare 2 prove guida, con le patente nuove regole ora la sua durata è pari a 12 mesi, e sono ammesse fino a 3 prove guida.

Sicuramente questa novità aiuterà ad alleggerire i carichi della burocrazia in campo patenti.

Patente nuove regole: eliminato il divieto per i neopatentati di guidare auto potenti

Grazie alla legge citata all’inizio, cade un noto divieto per i neopatentati. Ci riferiamo al fatto che finora sussisteva l’obbligo, per il primo anno dal conseguimento della patente B, di guidare auto di potenza specifica, riferita alla tara, al sotto dei 55 kW/t .

Da ora sarà possibile guidare anche macchine potenti, a patto che il neopatentato abbia al suo fianco una persona esperta, ma di età non superiore a 65 anni, munita di patente valida per la stessa categoria o superiore, conseguita da almeno un decennio.

Bonus casa, sconto in fattura e cessione del credito: la situazione

Foglio rosa, patente di guida: cosa succede se si viene scoperti alla guida senza averli con sé?

Un’altra importante notizia in tema di patente nuove regole, riguarda altresì le conseguenze che scattano laddove l’automobilista sia beccato mentre è alla guida senza aver con sé i documenti regolarmente ottenuti o rilasciati. Vale a dire patente, foglio rosa, certificato di assicurazione. E’ prevista una multa di 42 euro. Ma c’è lo sconto se la multa è pagata entro cinque giorni.

Ebbene, fino a ieri sussisteva l’obbligo di recarsi al comando di Polizia o Carabinieri per esibire il documento originale, che in precedenza era stato dimenticato. Da adesso, Polizia o Carabinieri, controllando che è tutto a posto consultando un database gestito da Motorizzazione e compagnie, faranno sì che per il patentato non sia più obbligatorio presentarsi al citato comando. Sicuramente un risparmio di tempo per ambo le parti.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →