Bonus 2022 maternità: requisiti e importo. La guida rapida

Pubblicato il 11 Febbraio 2022 alle 12:32 Autore: Claudio Garau
Bonus baby sitter 2020 scadenza domanda

Non bisogna dimenticare che anche per quest’anno è prevista una misura di supporto per le madri che non hanno una copertura previdenziale obbligatoria. Ci riferiamo al bonus 2022 maternità, ossia un contributo erogato dai Comuni, che segue precise regole. Esso continuerà ad essere operativo, anche dopo l’entrata in vigore dell’assegno unico figli a carico. 

Di seguito intendiamo fare il punto proprio su questo sussidio, spiegando qual è il meccanismo e chiarendo le condizioni di attribuzione, anche alla luce delle indicazioni date dal Dipartimento per la Famiglia, rese note con il comunicato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 5 febbraio 2022.  

Bonus 2022 maternità: in che cosa consiste? I requisiti 

Non difficile spiegare qual è la natura del bonus 2022 maternità. Altro non è infatti che una prestazione economica di tipo assistenziale che è dunque riconosciuta alle madri che: 

  • non lavorano; 
  • non beneficiano dei trattamenti economici e previdenziali riconosciuti per i 5 mesi di astensione obbligatoria dal lavoro.  

A regolare l’agevolazione è l’art. 74 della legge n. 151 del 2001, che destina l’assegno di maternità dei Comuni alle donne che non beneficiano dell’indennità INPS di maternità. 

Per quanto attiene all’invio della domanda per il bonus 2022, occorrerà fare riferimento e consultare il portale web del proprio Comune di residenza. E’ infatti compito degli enti locali accogliere le richieste di accesso all’assegno maternità 2022, che è di seguito gestito – per quel che riguarda la fase di pagamento – da parte dell’Istituto di previdenza. 

Bonus acqua potabile: ancora poche settimane per richiederlo

Bonus 2022 maternità: importo  

L’assegno di maternità previsto per le nascite, gli affidi e le adozioni senza affidamento è conferito per un importo totale spettante per il 2022 pari a 1.773,65 euro, in considerazione del nuovo limite mensile fissato a 354,73 euro. 

Attenzione però: il limite relativo al modello ISEE, che è utilizzato per definire chi può presentare domanda al proprio Comune, è invece corrispondente a 17.747,58 euro. 

Da notare che l’aggiornamento dell’ISEE e dell’importo del bonus 2022 maternità è legato alla variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo – registrato nel corso dell’anno passato – a cui infatti segue come di consueto l’adeguamento delle prestazioni economiche di supporto alla genitorialità. 

Ribadiamo infine che la domanda per il bonus 2022 può essere fatta in caso di nascita, affidamento preadottivo o adozione, e l’invio di essa dovrà essere effettuato entro il termine di sei mesi dall’evento. 

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →