La firma elettronica

Pubblicato il 29 Marzo 2022 alle 12:56 Autore: Redazione
firma elettronica

Il progresso tecnologico incide in modo notevole sull’intera filiera di qualsiasi settore economico, ma la produttività delle aziende è spesso limitata dalla parte burocratica del processo amministrativo. La documentazione necessaria alla gestione ordinaria richiede tempo e risorse e non determina un ritorno economico, anzi aumenta i costi.

La firma elettronica, il processo più snello e rapido per sottoscrivere la presa di conoscenza di documenti, sia nell’attività interna che nei rapporti con fornitori e clienti e con la Pubblica Amministrazione, può risolvere il problema. La sua utilità vale anche per i privati, basti pensare alla firma di un contratto d’affitto o alla richiesta di allacciamento a una fornitura.

firma elettronica

La firma elettronica per le aziende

Nel caso delle aziende, uno dei procedimenti che più occupano il tempo-lavoro dei dipendenti è la digitalizzazione documenti, un’attività che, pur essendo indispensabile per l’archiviazione di pratiche e contratti cartacei firmati, richiede troppo tempo e l’impiego di troppe risorse. Se invece, l’azienda riuscisse a ridurre l’impatto di queste lavorazioni, affidandosi all’utilizzo intensivo della firma elettronica, sarebbe annullata la necessità di avere grandissimi archivi per i documenti cartacei o di dover impiegare un gran numero di risorse umane per occuparsi della loro digitalizzazione. La firma elettronica avanzata, proposta da Yousign, include, oltre, al codice OTP, anche la verifica dell’identità, fatta attraverso un apposito software progettato per il riconoscimento e la validazione del documento d’identità. Utilizzando questa procedura, non sarà più necessario richiedere a un cliente l’invio della scansione del documento, con gli ovvi problemi di privacy. Il cliente riceverà il pdf della pratica da firmare e un link per caricare il proprio documento. Dopo la conferma dell’identità, il cliente inserirà il codice OTP per validare, cioè firmare, la pratica. Per completare il procedimento è necessario pochissimo tempo, non è richiesto un luogo fisico ben preciso, perché tutto il processo è fattibile su smartphone e non servono né carte né chiavette.

La firma elettronica per i privati

Quando un privato, nella vita quotidiana, ha l’esigenza di firmare, ad esempio, un contratto, in molti casi non ha necessità di utilizzare una firma elettronica avanzata ma è sufficiente sottoscriverlo usando una firma elettronica semplice. Le idee su questi due tipi di firma elettronica sono, a volte, confuse. Facciamo un po’ di chiarezza. Innanzitutto, la scelta dipende dalla tipologia del documento. Se si tratta di polizze assicurative, contratti di affitto o informative privacy, è sufficiente una firma elettronica semplice. Detto così, potrebbe sembrare che sia una firma di poco valore. Non è così. La differenza sta nel livello di sicurezza e nella complessità del procedimento che garantisce l’identificazione del firmatario. Per alcuni documenti, è sufficiente. Per altri, come possono essere il contratto di apertura di un conto corrente e di un finanziamento bancario o quello di accensione di una polizza assicurativa sulla vita, è consigliabile usare la FEA, firma elettronica avanzata.

La firma elettronica con OTP

Yousign è un’azienda europea e, come tale, rilascia le proprie certificazioni seguendo i principi dell’eIDAS, Electronic Identification, Authentication and Trust Services, il regolamento europeo che si occupa di tutte le problematiche relative all’identificazione elettronica. Una delle principali caratteristiche di Yousign è l’offerta di una firma elettronica avanzata con la doppia autenticazione. Con OTP si indica l’acronimo di One Time Password, cioè password che si usa una sola volta. Sei curioso del motivo per cui un OTP è più sicuro di una normale password? È molto semplice: questo codice, non potendo essere utilizzato più di una volta, non è vulnerabile agli attacchi hacker con replica, cioè i malintenzionati, non avendo la possibilità di riutilizzarlo, devono rinunciare alla loro attività. Vediamo come procede Yousign per effettuare l’identificazione con OTP. In pratica, chi deve firmare elettronicamente un documento, prima dovrà inserire la password e poi il codice OTP ricevuto, in genere, tramite sms.
La firma elettronica richiede tempi brevissimi e Yousign ti assicura che, attraverso un procedimento semplice e intuitivo, potrai sottoscrivere, in sicurezza, i documenti che ti interessano.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →