Bonus 200 euro: carburanti sopra i 2 euro. Quando arriva il sostegno?

Pubblicato il 10 Giugno 2022 alle 10:34 Autore: Guglielmo Sano
Bonus 200 euro: carburanti sopra i 2 euro. Quando arriva il sostegno?

Bonus 200 euro: carburanti sopra i 2 euro. Quando arriva il sostegno?

Bonus 200 euro: il prezzo del rifornimento self di carburante torna sopra i 2 euro a litro nonostante il taglio delle accise messo in campo dal governo. Intanto, si prepara l’erogazione dell’incentivo destinato a tantissime categorie di italiani.

Prezzo medio benzina di nuovo oltre i 2 euro

Bonus 200: il prezzo della benzina torna a crescere e ormai supera i 2 euro a litro, livello che già aveva raggiunto a inizio marzo, poco dopo lo scoppio della guerra in Ucraina. D’altra parte, sull’impennata non aveva ancora agito il taglio dell’accisa messo in campo dal governo dal 22 marzo in poi (in scadenza l’8 luglio prossimo, con tutta probabilità sarà rinnovato). Senza questo intervento, il costo della benzina avrebbe superato mediamente i 2,30 euro a litro. Non va meglio il prezzo del diesel: in media si attesta 1,92 euro a litro ma non è difficile trovarlo già adesso – anche se di poco – oltre i 2 euro.

In un paese in cui l’85% circa di tutte le merci viaggia su gomma è chiaro come un tale aumento del prezzo dei carburanti vada a incidere pesantemente sulle tasche delle imprese e, soprattutto, delle famiglie, dei consumatori. Per contrastare la spirale viziosa che collega caro-carburanti ad aumento dei costi dei prodotti agroalimentari e dell’energia, il governo lavora a un “tetto” per il prezzo di benzina e diesel (cioè a un costo “fisso” per almeno due mesi). Mentre si attendono novità su questo fronte, dovrebbe essere ormai prossima l’erogazione del Bonus 200 euro.

Bonus 200 euro: quando arriva?

Bonus 200 euro: il sostegno previsto al Decreto Aiuti secondo le previsioni dell’esecutivo dovrebbe raggiungere oltre 30 milioni di italiani colpiti dall’aumento del costo dei carburanti e, in generale, dalla stangata inflazionaria. Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, pubblici e privati, con reddito Irpef 2021 inferiore ai 35mila euro, il Bonus è in arrivo con la busta paga di luglio: sarà erogato direttamente dal datore di lavoro. Anche i pensionati riceveranno l’indennità con il cedolino relativo a luglio.

Per vedersi erogare il Bonus 200 euro, invece, dovranno fare domanda all’Inps (tramite Caf) lavoratori Co.co.co, stagionali, lavoratori dello spettacolo, autonomi occasionali, venditori a domicilio, colf, badanti, baby sitter (previsto anche come requisito la sussistenza di un contratto di lavoro alla data del 18 maggio) così come percettori di indennità di disoccupazione Naspi e Reddito di cittadinanza. Il Bonus spetta anche ai titolari di partita Iva: tuttavia, si aspetta l’emanazione di un apposito decreto attuativo – che dovrebbe avvenire nel corso di luglio – per conoscere le modalità di erogazione per gli autonomi.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →