Conto deposito: quando conviene per il risparmio

Pubblicato il 16 Maggio 2024 alle 19:07 Autore: Redazione
conto deposito

Un conto deposito rappresenta un’ottima scelta per tutti coloro che desiderano proteggere il proprio capitale mentre cercano di ottenere un guadagno modesto e sicuro sui risparmi. Si tratta, infatti, di una opportunità unica in quanto tutela questi ultimi dalla mutevole situazione del panorama finanziario e dai rischi di mercato.

In questo articolo, esamineremo le tipologie di conti deposito, i vantaggi e le considerazioni da tenere presente prima di aprirne uno.

Conto deposito: cos’è e quali sono le tipologie
Un conto deposito è un tipo di investimento finanziario progettato per consentire ai risparmiatori di conservare il proprio denaro in modo sicuro presso un istituto di credito, come una banca o una società. A differenza dei conti correnti tradizionali, sui quali si appoggia, permette di ottenere un rendimento fisso o variabile sui fondi depositati, consentendo ai titolari di guadagnare interessi sul saldo nel corso del tempo.

In tal senso, un conto bancario di questo tipo offre la possibilità di effettuare solamente due tipi di operazioni: prelievi e versamenti verso i conti correnti tradizionali. Inoltre, pur essendo sempre facilmente accessibili, le somme depositate possono essere vincolate per un dato periodo, indicato nel contratto di apertura.

Per tali motivi, i conti deposito si possono distinguere in varie tipologie, ognuna finalizzata a soddisfare le diverse esigenze dei risparmiatori. Tra queste, i conti deposito vincolati, che richiedono l’immobilizzazione dei fondi per un tempo determinato. Ad esempio, il conto deposito vincolato di Santander Consumer Bank può avere una durata di 6, 12, 24 o 36 mesi. Durante questo periodo, non è consentito effettuare alcun prelievo del denaro vincolato, altrimenti si incorre in una perdita degli interessi. Il risvolto della medaglia è, però, che tale tipologia di conto offre spesso tassi di interesse più elevati.

Si parla, invece, di conto deposito libero quando non si ha l’obbligo di tenere congelate le somme in giacenza per un determinato periodo di tempo. I fondi, dunque, possono essere ritirati in qualsiasi momento senza perdere alcun interesse, questi verranno pagati trimestralmente comunque.

Si parla di conti deposito a tasso fisso, quando si fa riferimento ai conti deposito vincolati, per cui gli interessi sono stabiliti al momento dell’apertura del vincolo all’interno del conto e rimangono tali per un periodo specifico, che può variare da pochi mesi a diversi anni. Questa opzione offre stabilità e prevedibilità per i rendimenti, consentendo di pianificare in modo accurato le proprie finanze senza preoccupazioni.

Viceversa, nei conti deposito a tasso variabile indicizzato, ovvero indicizzati ad un certo tasso di riferimento, gli interessi fluttuano in base alle condizioni di mercato. Questa flessibilità può consentire agli investitori di beneficiare degli aumenti riguardanti gli interessi, massimizzando così i rendimenti. Tuttavia, per contro, può comportare anche il rischio di una diminuzione degli stessi, rendendola un’alternativa meno prevedibile.

Quasi tutti possono essere considerati conti deposito online, perché gestiti interamente via web, permettono ai titolari di aprire, gestire e monitorare il proprio conto attraverso pratiche piattaforme digitali. Tale opzione è conveniente, accessibile e spesso con tassi di interesse competitivi.

Conto deposito: tutti i vantaggi di Santander Consumer Bank

Il conto deposito offerto da Santander Consumer Bank garantisce agli investitori un’opportunità unica per proteggere e far crescere i propri risparmi in un ambiente sicuro e affidabile. L’azienda, infatti, aderisce al FITD, ossia il Fondo Interbancario Tutela Depositanti. Inoltre, tra le principali caratteristiche di tale prodotto vi sono:

  • fino a tre cointestatari consentiti, purché maggiorenni;
  • trasferimento istantaneo delle somme tra i due prodotti, con possibilità di alimentazione mensile attraverso piano di accumulo;
  • processo di apertura facile e veloce, tramite dispositivi digitali;
  • fino a tre conti correnti di appoggio disponibili;
  • nessuna spesa di gestione;
  • per il conto libero sono previsti pagamenti trimestrali, potendo giovare così della capitalizzazione composta.

Conto deposito: come richiederlo presso Santander Consumer Bank
Aprire un conto deposito presso Santander Consumer Bank è molto facile, può infatti essere aperto direttamente online o contattare il servizio clienti tramite call center.

Nel sito web è possibile calcolare il rendimento online, usufruendo dell’apposito tool di simulazione, e selezionare il prodotto più adatto alle proprie esigenze finanziarie. Durante il veloce processo di apertura, si dovranno fornire le informazioni di base sull’identità del richiedente e sui fondi da depositare. Successivamente, sarà necessario completare la pratica con i documenti per la verifica e l’approvazione dello stesso. Tra questi vi sono la carta d’identità, il codice fiscale e l’iban del conto di appoggio.

Il Gruppo Santander Consumer Bank si impegna a garantire che il processo sia rapido e senza intoppi, fornendo un’assistenza dedicata per qualsiasi domanda o chiarimento necessario.

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
Tutti gli articoli di Redazione →