Pdl “occupa” il tribunale Alfano “Napolitano intervenga”

Pubblicato il 11 Marzo 2013 alle 12:29 Autore: Redazione

Ieri Silvio Berlusconi aveva annullato il sit in di protesta davanti al tribunale di Milano “per rispetto verso le istituzioni”. Oggi però i parlamentari del Pdl hanno deciso di marciare verso il Tribunale e di fare una conferenza stampa lì. I deputati e senatori si sono fermati “simbolicamente” davanti all’aula dove si tiene il processo Ruby che vede tra gli indagati anche l’ex premier Silvio Berlusconi. A guidare la marcia di protesta il segretario del Pdl, Angelino Alfano che ha dichiarato: “Noi abbiamo un interlocutore di cui ci fidiamo, che è il presidente della Repubblica e del Csm, Napolitano a cui affidiamo la nostra preoccupazione per questa emergenza democratica”.

Dura la reazione dell’ANM: “Il fine della magistratura non è politico, la legittimazione della magistratura non si fonda sul consenso ma sulla sua professionalità e credibilità che derivano dal rispetto della legge”.

[ad]Giorgio Napolitano domani riceverà Angelino Alfano ed i capigruppo del Pdl. Il Capo dello Stato ha il compito di trovare il bandolo della matassa circa la possibile formazione di un Governo. Nel suo ultimo intervento Napolitano ha sottolineato la necessità in questo difficile momento per l’Italia di dotarsi di un esecutivo che risolva i problemi che affliggono il Paese.

Ti potrebbe interessare anche: 

Berlusconi, accolto il legittimo impedimento

http://www.termometropolitico.it/36650_pm-milano-nuova-visita-fiscale-per-berlusconi.html

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →