articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Milan-Napoli, la sfida per il secondo posto

Milan-Napoli è il posticipo serale della 31 giornata, ed è una sfida decisiva per la battaglia per il secondo posto in campionato. Questo match porta sempre la memoria agli incontri di fine anni 80 che hanno segnato un’epoca: Sacchi, Van Basten, Baresi, e Gullit contro Bianchi, Maradona, Ferrara e Giordano solo per citare alcuni protagonisti. La partita di questa sera, non vale per il titolo, ma resta una partita ricca di importanza e blasone.

[ad]Il Milan, imbattuto in questo 2013, vuole i tre punti per arrivare ad un solo punto dai partenopei e per mantenere a debita distanza la Fiorentina, vittoriosa a Bergamo per 2-0. Nelle ultime cinque sfide i rossoneri hanno raccolto 13 punti, grazie a quattro vittorie e un pareggio. Questi dati ci mostrano come i ragazzi di mister Allegri stanno avendo un ritmo completamente diverso rispetto a quello di inizio competizione. Le chiavi tattiche per questa inversione di tendenza sono sicuramente la ritrovata solidità difensiva (2 reti subite negli ultimi 5 incontri) e l’arrivo nel mercato di gennaio di Mario Balotelli. Proprio l’attaccante della nazionale è stato squalificato per tre turni dal giudice sportivo, quindi salterà il posticipo di questa sera, e al suo posto al centro dell’attacco tornerà Giampaolo Pazzini.

Il Napoli dopo un periodo di crisi sta riprendendo la sua marcia e nelle ultime 3 partite ha collezionato 3 vittorie e vuole ipotecare l’accesso diretto alla prossima Champions League. L’uomo più in forma delle ultime uscite è sicuramente Dzemaili che ha scalzato nelle preferenze di Mazzarri, Inler, grazie alle sue ottime prestazioni coronate da 4 goal. Ovviamente risulta sempre fondamentale ed imprescindibile per le fortune degli azzurri, El Matador Cavani, leader e trascinatore della squadra.

Le statistiche ci dicono che il match di questa sera è il 65 esimo in campionato: 31 vittorie per il Milan, 22 pareggi e 11 sconfitte. Il segno due manca addirittura dal 1986. Nelle ultime cinque sfide al Meazza ci sono state 2 vittorie e 3 pareggi. Grande protagonista del recente passato è stato Alexandre Pato, il brasiliano dai muscoli di cristallo, che debuttò in serie A con una rete nel 5-2 del 13 gennaio del 2008.

Arbitra il signor Gianluca Rocchi di Firenze.

La chiave tattica

Riusciranno i tre difensori del Napoli a fermare l’attacco rossonero? Probabilmente è tutta qui la chiave del match. In caso affermativo i rapidi contropiedisti azzurri (Cavani, Hamsik, Maggio) metteranno in grave difficoltà la difesa del Milan che negli spazi aperti è solita soffrire. Particolarmente interessanti sono le sfide sulle fasce: Maggio e Zuniga contro Abate e De Sciglio.

Probabili Formazioni: Milan (4-3-3): Abbiati, Abate, Zapata, Mexes, De Sciglio, Flamini, Montolivo, Muntari, Boateng, Pazzini, El Shaarawy.

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis, Cannavaro, Campagnaro, Britos, Maggio, Beherami, Dzemaili, Zuniga, Hamsik, Pandev, Cavani.

Quote Snai- 2.10 (1)- 3.30 (x)- 3.50 (2)

ultima modifica: domenica, 14 Aprile 2013