•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 30 aprile, 2013

articolo scritto da:

Da zero a dieci il punto sulla serie A

Serie A: anche un’altra giornata di campionato va in archivio. La Juventus è  sempre più vicina al titolo e può iniziare a preparare lo spumante per la  festa scudetto che potrebbe avvenire proprio domenica 5 maggio, data storica per i tifosi bianconeri.

[ad]Il Napoli con la netta vittoria di Pescara ha blindato il secondo posto, mentre per l’ultimo posto Champions la lotta rimane apertissima tra il PazzoMilan e la Fiorentina.

Si incendia la lotta salvezza. Palermo e Genoa mettono a segno vittorie pesantissime contro, rispettivamente,  Inter e Chievo Verona. La tripletta di Osvaldo e un bel goal di Lamela mandano al tappeto il Siena all’Olimpico.

DA ZERO A DIECI

0. agli scontri prima di Juventus-Torino.  Il calcio è un’altra cosa, ed è assurdo come ogni derby del nostro campionato diventi teatro di tafferugli e guerra tra bande. I fatti assumono un’accezione ancora più negativa se si pensa  alla sparatoria di ieri di Palazzo Chigi.

1. al Pescara. Veder giocare la squadra abruzzese è un insulto alla dignità della serie A. 25 goal fatti, 70 subiti! Una difesa da Lega Pro, condita con un centrocampo con qualità tecniche bassissime. ZemanLandia della scorsa stagione è solo un lontano ricordo.

2. alla difesa del Siena. Felipe, Paci, Rubin e Terzi sono stati decisamente surclassati da Lamela, Totti e Osvaldo.  Lenti e troppo impacciati per gli attaccanti giallorossi decisamente in giornata di grazia.

3. alla Sampdoria. Tre come i goal subiti a Marassi dalla squadra di Delio Rossi. Dopo aver inanellato una serie di risultati utili, la Doria si è seduta sugli allori e i risultati sono visibili. Squadra poco attenta e con poca voglia di lottare. Il vulcanico mister non sarà sicuramente contento.

4. all’Inter. È vero che la sfortuna si sta accanendo sui nerazzurri, però la squadra di Stramaccioni alla fine della stagione continua a non avere un’idea di gioco. La dirigenza, invece, dopo la vittoria del Triplete non ha mai avuto una progettazione seria. Si è sempre navigato a vista, cercando di limitare i danni. I risultati parlano chiaro…

5. ai montoni pareggi di Parma-Lazio e Atalanta-Bologna. Le “classiche” partite di fine campionato in cui vincono gli sbadigli e trionfa la mediocrità. Massima solidarietà con chi ha pagato il biglietto.

6. al Genoa. Finalmente il Grifone batte un sussulto di dignità e si guadagna la sufficienza ma soprattutto tre punti pesanti come la corazzata Potemkin.  Il goal di Borriello porta il Genoa a 32 punti ed è ossigeno puro per la classifica.

7. all’Udinese. Con la 4 vittoria consecutiva i bianconeri friulani raggiungono quota 54 punti e la 6 posizione che all’atto pratico significa Europa League.  Una delle più belle realtà del calcio italiano che testimonia che i risultati possono avvenire anche mantenendo i conti in ordine.  Guidolin è un allenatore che merita un top team.

(Per continuare la lettura su “2”)

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: