•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 23 agosto, 2013

articolo scritto da:

Europa League, contenti a metà

Una serata dalle due facce per le uniche due squadre italiane impegnate nei playoff di Europa League, Fiorentina e Udinese, due grandi protagoniste della scorsa stagione.

Gioia e rabbia, tranquillità e quasi rassegnazione: questi sono gli stati d’animo che si respirano a Firenze e Udine.

Zurigo Viola.

La trasferta in Svizzera contro il Grasshopper era stata descritta come assai insidiosa e già si stava cominciando a maledire l’urna di Nyon. Ma per gli uomini di Montella, ad eccezione di un calo nel finale, si è trattato di un impegno per nulla difficile vista la brillante prestazione.

Anzi, si è vista una superiorità netta dei Viola, che hanno controllato quasi tutta la partita. La coppia Gomez-Rossi sta cominciando a girare alla grande e c’è da giurarsi che scombussoleranno le difese avversarie già da questo week end: Maran e il suo Catania molto argentino sono stati avvisati.

La Fiorentina parte subito a mille, il tutto lascia presagire ad un goal imminente, viste anche le disattenzioni elvetiche. Rete che arriverà al 13’: Gonzalo Rodriguez, dimenticato da tutti gli undici del Grasshopper, fa partire un lancio verso il “velocista” Cuadrado che, sulla corsia di destra, entra in area e scaglia un missile verso la porta dell’incolpevole Burki. E’ subito 1 a 0.

Ci si aspetta una reazione da parte della squadra di casa, ma non arriva neppure dopo l’intervallo. Sono i Viola a dettare legge, con Gomez che spreca l’occasione del raddoppio, e con Aquilani, Ambrosini e Borja Valero che salgono in cattedra. Il 2 a 0 arriva al rientro in campo: Rossi cerca Gomez, che si invola in area, salta il portiere ma il suo tocco finale viene anticipato da Grichting, che insacca nella sua porta.

Al 19’, disattenzione fatale: calcio di punizione per il Grasshopper, difesa Viola mal schierata, Anatole anticipa Neto di testa. Da quel momento la Fiorentina perde sempre più metri, con gli elvetici che sembrano un’altra squadra, ma arriva il fischio dell’arbitro sloveno Jug. Ottimo risultato in trasferta per la Fiorentina.

(Per proseguire la lettura cliccate su “2”)

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: