•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 21 ottobre, 2013

articolo scritto da:

Basket, Serie A. La seconda giornata

La seconda giornata di Serie A di basket ha visto la sconfitta di Siena e Milano vincere il derby lombardo contro Cantù.  Questo e molto altro nel commento delle partite della giornata.

Victoria Libertas Pesaro – Pasta Reggia Caserta                   84-93   

Due tra le squadre più economicamente in difficoltà hanno dato vita ad una partita risolta solamente al supplementare, che è valsa per Caserta la testa della classifica assieme a Bologna e Roma. Ottimo inizio casertano che ha guidato per 3 quarti una partita recuperata da Pesaro nel secondo tempo con grande voglia. Nell’overtime, la squadra di Lele Molin con Brooks e Roberts sugli scudi è riuscita ad avere la meglio aggiudicandosi una vittoria molto pesante in ottica salvezza. (Turner 25 punti, Young 15; Roberts 22 punti, Brooks 14+15 rimbalzi).

 

Banco di Sardegna Sassari – Pallacanestro Cantù                 83-69     

Partita di cartello a Sassari tra due compagini che vogliono lottare per i primi posti. Cantù tiene la testa della partita fino a fine terzo periodo, quando con un parziale di 32-15 Sassari, trascinata da un Drake Diener da 31 punti e 27 di valutazione mette la freccia e scappa via portando a casa una vittoria in doppia cifra. Per Cantù non sono bastati i 17 punti del solito Ragland ed il duo Aradori-S. Gentile. Gli isolani hanno avuto un solido Johnson e una buona regia da Travis Diener oltre al ritrovato pubblico, fondamentale sesto uomo in campo.

Strepitoso Drake Diener

Strepitoso Drake Diener

 

Vanoli Cremona – Granarolo Bologna                                  82-87                      

La Bologna che non ti aspetti, conquista dopo un supplementare la seconda vittoria consecutiva in casa di una Cremona mai doma. Nonostante l’addio di Gigli e un Poeta separato in casa, i bolognesi stanno dimostrando di potersi e volersi divertire per lottare per le posizioni che contano. Ottimi Curtis e Rich con 21 e 20 punti per Cremona, mentre per Bologna ci sono 27 punti per Hardy.

 

Acea Roma – Enel Brindisi                                                  67-59                                      

Partita a strappi e dal punteggio basso in cui solo nel finale Roma riesce ad avere la meglio, confermando che Brindisi sarà un avversario ostico per tutti (guardare Milano). I romani trascinati dai veterani Hosley e Ignerski sono riusciti ad avere la meglio sulla squadra di Bucchi, che nonostante le continue rivoluzioni estive riesce sempre a costruire squadre molto interessanti. Da tenere d’occhio entrambe.

 

Umana Venezia – Sutor Montegranaro                               102-68                     

Partita senza storia, dove Venezia cancella il brutto esordio di una settimana fa, spazzando via una Montegranaro irriconoscibile nel secondo tempo. La coppia di play italiani di Venezia, Giachetti-Vitali questa volta confeziona una bella quanto importante vittoria aiutata dai due “gioielli” Taylor e Smith. Per quest’ultimo anche un 9/9 da due e 18 punti. Per i marchigiani si salvano solo Cinciarini e Skeen.

 

Grissin Bon Reggio Emilia – Montepaschi Siena                    67-59

Una Montepaschi ancora scottata dall’amaro esordio in Eurolega col Galatasaray cade sul campo di Reggio Emilia, determinata a voltare pagina dopo il pesante ko di Varese. La partita che vedeva sfidarsi due grandi amici quali Cinciarini e Hackett è stata, così, vinta con merito dagli emiliani con grande protagonista Troy Bell con 22 punti, 10 punti e 9 rimbalzi per White e 11 punti per Cinciarini. Per Siena male Green e English, mentre ai 9 punti di Hackett con 5 assist, si aggiungono i 18 pt di Carter e i 12 di Viggiano, unici uomini in doppia cifra.

La clamorosa sconfitta di Siena

La clamorosa sconfitta di Siena

 

Giorgio Tesi Group Pistoia – Sidigas Avellino                        75-83

L’esordio di Kaloyan Ivanov in campionato segna il riscatto di Avellino dopo una brutta prima giornata in casa. A Pistoia gli irpini partono bene e vincono una partita senza troppi affanni portando 5 uomini in doppia cifra. Per i padroni di casa ci vorrà ancora del tempo per trovare il giusto equilibrio soprattutto fra i nuovi americani e i reduci della promozione in A. (Kyle Gibson 18, Deron Washigton 17; Thomas 20, Ivanov 17, Lakovic 13).

 

EA7 Emporio Armani Milano – Cimberio Varese                    84-72

Big match di giornata e derby lombardo che sorride ad una Milano concreta come non si vedeva da un po’. A Varese non sono bastati i 26 punti con 5/8 da tre di Polonara. Per Milano ottima prova del nuovo pivot Samuels insieme al talento e alle invenzioni di Gentile e Langford. Discreto anche Jerrells dopo un inizio stagione da non pervenuto. Varese ancora in cerca di una sua identità e di un leader in cabina di regia viste le non perfette condizioni, forse più psicologiche che fisiche, di Clark. Coach Frates avrà di che lavorare.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: