[TheChamp-Sharing]

pubblicato: venerdì, 2 Ott, 2009

articolo scritto da:

Il canone della tv pubblica in Europa.

Traggo spunto da questo sito che pubblica un istogramma di confronto tra i vari canoni europei

 



La tassazione in Europa per il 2009
Secondo i dati forniti (nel 2006) dall’Osservatorio europeo dell’audiovisivo, l’importo proveniente dal canone televisivo dovrebbe attestarsi a 118 euro per famiglia nel 2009. Al riguardo, occorre, tuttavia, osservare la differente partecipazione al finanziamento della tv pubblica degli altri Paesi europei distinguendo la parte fiscale (il canone) e quella commerciale (pubblicità).
In Gran Bretagna, la BBC, che propone 8 canali tv interattivi, 10 network radiofonici, più di 50 emittenti TV e radio locali, viene finanziata ogni anno esclusivamente attraverso il canone pari a 176 euro.  Particolarmente severe risultano, poi, le sanzioni per chi viene scoperto moroso o evasore della tassa sulla Beeb (come viene soprannominata dai Britannici la BBC) che arrivano anche alla custodia cautelare.
In Germania, i tedeschi sborsano ogni anno una tassa, pari a più di 206,36 euro per due canali pubblici (Ard e Zdf) che possono, tuttavia, trasmettere anche spot pubblicitari ma soltanto in una specifica fascia oraria dei giorni lavorativi (e cioè, tra le ore 17 e le 20).
In Francia la tassa ammonta a 116 euro ma la riforma del sistema radiotelevisivo prevede (dal 2009) lo stop agli spot – ammessi solo durante gli intervalli naturali dei programmi – e la tassazione dei guadagni pubblicitari delle emittenti private e delle entrate degli operatori di telecomunicazione.
Islanda (Ruv), Svizzera (Ssr Srg), Austria (Orf), Norvegia (Nrk) e Danimarca (Dr e Tv2) si contendono la leadership dei Paesi europei in cui il canone tocca le quote più elevate, superando i 250 euro annui.
In Islanda il canone ammonta a 346,59 euro (e la tv viene finanziata pure dalla pubblicità); in Svizzera 292 euro (con spot); in Austria tra i 223,32 e 284,52 euro (oltre alla pubblicità che varia a seconda della regione), in Norvegia 270 euro (senza spot); in Danimarca, infine, costa 215,40 (senza spot). Sono, altresì, senza spot le tv di Stato della Svezia (Svt) e della Finlandia (Yle) la cui tassa è pari a 210 euro e 208,15 euro l’anno.
In Belgio il canone ammonta a 149,67 euro dove è permessa la pubblicità (la Tv federalista fiamminga, Rtbf, Vrt e Brf, preleva l’importo direttamente dalla dichiarazione dei redditi). In Irlanda alla pubblicità si affianca il canone di 160 euro.
In Romania (Tvr) esiste una tassa sulla radiotelevisione da 12 euro a 150 euro (che varia in base al reddito) alla quale si aggiunge il finanziamento pubblicitario.
Sopra i 100 euro (132 per la precisione) sta pure la tv di Stato della Slovacchia che si finanzia anche con gli spot commerciali.

Più nel dettaglio

Albania: 6,30 ? (il 58% delle entrate della Tv pubblica RTSh viene ricavato
dalle tasse, il rimanente 42% da pubblicità e abbonamento)

Austria: tra i 223,32 e 284,52 ? + pubblicità (varia a seconda della
regione)

Belgio: 149,67 ? + pubblicità (la Tv fiamminga preleva i soldi dalle tasse)

Bosnia: 36 ? + pubblicità

Croazia: 1.5 % della retribuzione annuale (mediamente 100 ?) + pubblicità

Cipro: Attraverso la bolletta elettrica + pubblicità

Repubblica Ceca: 56,90 ? + pubblicità

Danimarca: 215,40 ? - senza pubblicità

Finlandia: 208,15 ? - senza pubblicità

Francia: 116 ? (nel 2005) senza pubblicità (dal 2009)

Germania: 206,36 ? + pubblicità

Grecia: 51,60 ? + pubblicità (Attraverso la bolletta elettrica)

Inghilterra: 176 ? (gratuita per gli over 75; 50 % di sconto per i ciechi;
59 ? per i possessori di Tv in bianco e nero) - senza pubblicità

Islanda: 346,59 ? + pubblicità

Irlanda: 160 ? + pubblicità (gratuita per gli over 70)

Italia: 107,50 ? + pubblicità

Macedonia: 57 ? + pubblicità (attraverso la bolletta elettrica)

Malta: 34,40 ? (circa il 66% dei ricavi proviene dal canone, 33% dalla
pubblicità)

Montenegro: 42 ? (3,5 ? ogni mese) + pubblicità

Norvegia: 270 ? - senza pubblicità

Polonia: 53 ? + pubblicità (gratuita per gli over 75)

Portogallo: pagata dallo stato + pubblicità

Olanda: pagata dallo stato + pubblicità

Romania: da 12 ? a 150 ? (a seconda del reddito - attraverso la bolletta
elettrica)

Slovacchia: 132 ? + pubblicità

Spagna: pagata dallo stato + pubblicità

Svezia: 210 ? - senza pubblicità

Svizzera: 292 ? + pubblicità

Ungheria: pagata dallo stato + pubblicità

QUI un’analisi sull’impatto della pubblicità nelle televisioni pubbliche europee.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.