Brexit, e ora? Tutti gli scenari possibili

Brexit, e ora? Tutti gli scenari possibili È sempre più caos intorno alla Brexit. La premier britannica Theresa May ha dovuto infatti registrare nella giornata di ieri una ennesima debacle politica. Ben 391 deputati hanno votato contro il suo nuovo piano per l’uscita dall’Unione, a fronte di soli 241 favorevoli. Solo poche decine tra i conservatori che avevano votato contro May a gennaio hanno appoggiato il nuovo piano. Il ruolo dei tory switchers, come erano stati ribattezzati, era stato scrutinato soprattutto per la possibilità di una scelta di compromesso. Ovvero, piuttosto che rischiare che la Gran Bretagna rimanesse nell’Unione, questi avrebbero potuto votare a favore dell’accordo nonostante le perplessità in merito. Brexit, il backstop affossa le speranze di May Il piano era sostanzialmente l’ultimo tentativo di fare passare la linea dell’esecutivo sulla questione. Tentativo nato già sotto una cattiva stella prima di essere discusso in aula. In precedenza, a smorzare le possibilità che l’accordo passasse era stato il parere giudiziale del procuratore generale Geoffrey Cox. Concentrandosi su quanto ottenuto riguardo al tema del backstop, Cox aveva sostanzialmente fatto emergere il carattere non rilevante delle modifiche decise lunedì scorso da May e Juncker. L’effetto è stato quello di smorzare il tentativo,... View Article