Brexit ultime notizie: dimissioni Theresa May smentite, fuori tre ministri

Brexit ultime notizie: dimissioni Theresa May smentite, fuori tre ministri Uscire dal “national embarrassment” non sarà facile. L’imbarazzo nazionale, citato dal leader laburista Jeremy Corbyn durante il suo intervento in Parlamento attanaglia il governo di Theresa May. E, proprio per cercare una via d’uscita dallo stallo, durante la notte la Camera dei Comuni ha approvato, con 329 voti a favore e 302 contrari, un emendamento che permette al Parlamento di gestire le prossime mosse su Brexit. In particolare, il provvedimento permetterà alla House of commons di tenere, a partire da mercoledì 27 marzo, una serie di voti indicativi sulle alternative al patto siglato tra il governo May e l’Unione europea, già bocciato due volte alla Camera. I parlamentari inglesi dovranno verificare, dunque, intorno a quale ipotesi esista una maggioranza parlamentare. Al vaglio diverse alternative: un secondo referendum, la revoca dell’articolo 50 che annullerebbe l’uscita o la permanenza nell’unione doganale. Ipotesi presentate dal Parlamento stesso e non da Downing Street. Brexit ultime notizie: l’ora più buia di Theresa La decisione del Parlamento arriva alla fine di una giornata tormentata. La premier britannica Theresa May aveva ammesso di non avere i numeri per riportare in Parlamento l’accordo siglato a novembre con Bruxelles.... View Article