•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 11 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Il documento segreto scritto da Corrado Passera per Napolitano

corrado passera

Il documento segreto scritto da Corrado Passera per Napolitano

A seconda delle fazioni politiche c’è chi sminuisce e chi enfatizza ma il documento c’è: si tratta di un documento di 196 pagine scritto da Corrado Passera per Napolitano. Un piano economico scritto mesi prima dell’insediamento del Governo Monti. A scriverlo per il Quirinale è l’allora amministratore delegato di Banca Intesa, poi ministro del Governo guidato dal professor Mario Monti. La rivelazione è di Alan Friedman, ieri ospite di ‘Piazza pulita’ programma tv in onda su La7.

Il documento segreto scritto da Corrado Passera per Napolitano

Friedman “Passera propone a Napolitano piano per l’economia” – “Passera – spiega Friedman – propone a Napolitano un piano per il rilancio dell’economia, che comprende “un vero shock strutturale positivo” intitolandolo: “Un Grande Piano di Rilancio”. Gli obiettivi del piano (più volte ritoccato) erano ambiziosi: “Raggiungere una crescita di almeno il 2% all’anno nel medio periodo; portare i conti pubblici in pareggio già entro il 2012 e riportare il debito pubblico intorno al 100% del Prodotto interno lordo (Pil) entro tre anni”. Il piano prevedeva “la reintroduzione dell’Ici sulla prima casa, l’aumento dell’Iva a 23% entro settembre 2012, e un piano per abbattere il debito anche grazie alla presunta raccolta di 85 miliardi di euro con una tassa patrimoniale del 2% su tutta la ricchezza immobiliare esclusa la prima casa, i depositi bancari e i titoli di Stato”.

Giuseppe Spadaro




Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

28 Commenti

  1. Alex Parela ha scritto:

    Era un governo guidato da un “maiale” (cit. Veronia Lario all’Ansa) che faceva ridere l’intero mondo, di Ministri che si dimettavano per aver comprato case a loro insaputa, di Ministri che sbattevano la porta perchè incapaci di salvare Pompei dai crolli; le prime-donne Brunetta & Tremonti litigavano come bimbette dell’asilo invece di affrontare la crisi economica. Papa finiva in carcere. Cosentino, pure. Fini era stato cacciato e il governo si reggeva sul voto dei Responsabili, alias Scilipoti,Razzi e compagnia venduti. Il Parlamento, ridotto a un mercato delle vacche, non riusciva a approvare il consuntivo dello Stato. E non c’erano i soldi per saldare i debiti dei titoli di Stato con il rischio di finire come la Grecia e dover bloccare il pagamento delle pensioni. Questo era il governo Berlusconi che Napolitano ha messo alla porta.

  2. Marco Parigi ha scritto:

    Certo, lui fa Alitalia e poi tassa I conti correnti. La vergogna non sarà mai troppa, inclusa quella di volersi mettere poi a capo dei liberali (dei miei stivali).

  3. Luca Palazzi ha scritto:

    ma quale segreto lo conoscevano tutti, ma che state a di

  4. Giampiero Censorii ha scritto:

    …almeno sappiamo che c’era qualcuno, che si occupava dell’Italia, e non di telefonare in questura per fare uscire prostitute minorenni…

  5. Rita Mariani ha scritto:

    Si…si…certo come no…napolitano un santo che ci ha liberato…qnd vi libererete della berlusca-fobia forse l’italia si riprenderà…forse…

  6. Pietro Pirozzi ha scritto:

    sostituendolo con cosa? Con un governo degli avvoltoi?
    Da quando è entrato Monti e sucesivamente Letta dobbiamo appurare che ogni qualvolta che si toca il fondo si comincia a scavarae..

  7. Pietro Motta ha scritto:

    Noi lo diciamo da tempo che Napolitano tramava nell’ombra, ma NO, siamo noi i complottisti.

  8. Angelo Ardito ha scritto:

    beh…ora parli così pietro…di certo senza monti (e non faccio parte di scelta civica, giusto per specificarlo) a quest’ora avremmo fatto banca rotta…le scelte possono essere discutibili…ma ancora riusciamo a pagare la sanità e quello stralcio di istruzione che ci è rimasta…se avessimo fatto bancarotta, di certo avremmo ben altro di cui lamentarci!e stai ben certo che sarebbero peggio di quelli attuali gli argomenti…eroghiamo debito per pagare qualche servizio…se non siamo in grado di ripagarlo, sei così sicuro che qualcuno potrebbe prestarci qualcosa?

  9. Stefano Galatolo ha scritto:

    Complottismo senza limitismo.

  10. Rodolfo Bettiol ha scritto:

    Meno male che Napolitano c ‘è.

  11. Giancarlo Mirotta ha scritto:

    Fate sparire il comunista corrotto

  12. Filippo Minacapilli ha scritto:

    Tutto coi soldi degli altri…..che scienziato!

  13. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Peccato che quel piano non sia andato in porto, con ogni probabilità avremmo pagato molto meno di quanto abbiamo pagato e continuiamo a pagare. Forse l’IVA al 23% serebbe un punto di troppo ma se consideriamo l’incremento delle accise, sui carburanti, forse valgono di più. 85 Mld di debito pubblico Quando valeva 1920MLD sare bbe stata una bella botta di diminuizione.

  14. Stefano Mazzufferi ha scritto:

    Paolo Nicoletta Ludovico Giovanni…

  15. Ignazio Piccione ha scritto:

    Per caso è lo stesso ministro che è stato dichiarato non colpevole dai vostri giudici? aprite gli occhi sarà stato un maiale ma liberamente eletto dai cittadini non da una congiura di palazzo.

  16. Alessandro Sopetti ha scritto:

    Era meglio schiantarci subito col governo Berlusconi così ora non avevamo neanche più i soldi per ricaricare il cellulare e scrivere stronzate qualunquiste su fb.

  17. Ignazio Piccione ha scritto:

    E’ lecito pensare quanto ci ha guadagnato la tessera n. 1 del PD quando ha saputo da Monti che stava per prendere il posto di Berlusconi oppure no!

  18. Mauro Portoso ha scritto:

    bravo passera ……….!!!

  19. Alberto Rilla ha scritto:

    Capirai che segreto, le premesse di una politica pesantemente impopolare c’erano già negli ultimi provvedimenti del governo Berlusconi, per portare il piano a termine l’ostacolo era che Berlusconi almeno a parole non voleva altre tasse, soprattutto patrimoniali. Ma anche se c’è stata qualche “manina” nazionale e internazionale, il governo Berlusconi stava da tempo implodendo da solo. Si stanno spacciando per “scoop” segreti di Pulcinella per sfruttarli a fini di stretta attualità politica … non certo l’impeachment a Napolitano, ma un “garbato invito” a iniziare a pensare a levare le tende spontaneamente si … e poi Prodi al Quirinale (Dio non voglia), Renzi a Palazzo Chigi (Dio lo maledica), Berlusconi “moralmente risarcito” e nuovo padre costituente (Dio lo fulmini) e tutti vissero felici e contenti … PATACCHE!!!

  20. Poli Fabrizio ha scritto:

    Reti Mediaset patetiche che condannano Napolitano per aver fatto fuori il mignottaro condannato..

  21. Ugo Bruschi ha scritto:

    Annegare nelle risaie

  22. Ludovico Fulci ha scritto:

    E questo di Passera era un piano per la crescita??? Era un distruggere tutto e subito…..

  23. Ludovico Fulci ha scritto:

    Ancora credete che sia stato Napolitano a far fuori Berlusconi !! Più da furbi credere a babbo natale….

  24. Poli Fabrizio ha scritto:

    Ludo chi e’ stato ..Veronica?

  25. Rino Ferrara ha scritto:

    Programma rivoluzionario!!!!!!!!

  26. Bruschi Raniero ha scritto:

    Ormai siamo nella. Merda colpa del Pdl e PD e quel cornuto di Monti

  27. Alessandra Marsura ha scritto:

    E di tagli alla spesa pubblica con magari qualche licenziamento qua e lá di qualcuno dei tanti nulla facenti a carico della collettivitá neanche a parlarne eh?

  28. Pierpaolo Zenga ha scritto:

    Beh, anche ‘sto Passera mi sembra fuori dal mondo.

Lascia un commento