•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 13 febbraio, 2012

articolo scritto da:

Termometro Finanziario: Grecia al centro della notizia, i mercati scelgono la cautela

grecia

È sempre la Grecia a dominare la scena dell’economia: l’ennesimo rinvio delle trattative ha spaventato lievemente i mercati che, specie nella giornata di venerdì, hanno bruciato i guadagni di inizio settimana. Le borse restano sui massimi dell’anno, e sembra esserci comunque confidenza, motivo per il quale gli investitori potrebbero approfittare di alcune prese di profitto per rientrare nel mercato a prezzi più bassi. L’invito alla cautela resta comunque d’obbligo.

[ad]Nonostante l’ostentazione di ottimismo, infatti, lo stallo della tragedia greca resta evidente: la comunità internazionale resta disposta a staccare gli assegni (pagati, va ricordato, dai cittadini di mezzo mondo) che permetterebbero alla Grecia di restare a galla, ma i cittadini greci, attraverso vari scioperi generali, hanno dimostrato di non voler digerire le misure di austerità. Le rigorose manovre richieste dalla comunità internazionale, infatti, sono un passo obbligato perché il mondo torni a fidarsi della Grecia, reduce da anni di sperperi di denaro pubblico, evasione fiscale mai combattuta e conti pubblici falsificati, una gigantesca truffa ai danni dell’Europa in primis, ignorata, in buona o mala fede, dagli stessi greci che oggi protestano contro un fantomatico quanto ridicolo complotto internazionale ai loro danni.

Sta di fatto che il Paese non ha soldi in cassa a fronteggiare le proprie necessità: senza aiuti internazionali sarebbe aperta la strada del default, con conseguente paralisi dello Stato e dei suoi servizi pubblici. Grazie però all’intervento della BCE, l’effetto domino su altri Paesi dell’area dovrebbe essere comunque limitato, e l’eventuale disastro greco finirebbe per essere confinato a chi ne ha le colpe, ovvero alla Grecia medesima. Nella notte di domenica il parlamento greco ha approvato il varo delle misure di austerity, ma è ancora dubbio il fatto che possano essere attuate in modo ordinato, senza ulteriori manifestazioni di piazza.

grecia

Quanto alla settimana entrante, arriveranno importanti informazioni sulla crescita economica: inizierà il Giappone, che lunedì notte rilascerà le statistiche sul Prodotto Interno Lordo, che dovrebbe segnare una contrazione dello 0,3% nel corso dell’ultimo trimestre del 2011, secondo gli analisti. Mercoledì sarà la volta delle stime preliminari del PIL (sempre relative alla fine del 2011) dell’Eurozona, che dovrebbe attestarsi in territorio negativo a -0,6%. Osservata speciale sarà l’Italia, la quale dovrebbe segnare per il secondo trimestre consecutivo una contrazione della propria economia, entrando quindi in recessione in senso tecnico.

Dall’altro lato dell’Oceano Atlantico, ancora mercoledì verranno rilasciati i dati sulla produzione industriale, e inoltre le minute del meeting della Federal Reserve, che daranno ai mercati importanti indicazioni circa i futuri movimenti dei tassi di interesse USA e sulle azioni che la Fed potrebbe mettere in atto per perseguire i propri obiettivi (fra i quali sostegno alla crescita e controllo dell’inflazione). Giovedì, oltre all’abituale appuntamento con le richieste di nuovi sussidi di disoccupazione (gli analisti si attendono un leggero aumento delle richieste), occhi puntati in primo luogo sui nuovi cantieri residenziali, importante predittore dei consumi a causa dei molti oggetti (come frigoriferi, lavatrici, mobili e molto altro) che i proprietari delle nuove case dovranno acquistare per arredarle. In seguito nella stessa giornata, la Fed di Philadelphia rilascerà i dati dei suoi sondaggi circa le condizioni del settore manifatturiero, spina dorsale dell’economia.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments