•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 5 aprile, 2014

articolo scritto da:

Certificato anti-pedofilia: obbligo solo per i nuovi assunti

Diverse interpretazioni della norma e mancanza di chiarezza da parte del ministero della Giustizia hanno determinato il caos sviluppatosi intorno al certificato anti-pedofilia, obbligatorio da lunedì, per chiunque intrattenga un rapporto “diretto e regolare” con minorenni nello svolgimento della propria attività lavorativa o di volontariato.

Il provvedimento, che attua la “Direttiva europea relativa all’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pornografia minorile”, mira a far emergere, attraverso la richiesta da parte del datore di lavoro del casellario giudiziale del lavoratore, condanne per una serie di reati che riguardano i minorenni: prostituzione minorile, pornografia minorile, pornografia virtuale, turismo sessuale e adescamento dei minorenni.

Tra i soggetti interessati dal provvedimento in questione: catechisti, volontari delle onlus e allenatori di società sportive; ma anche professori e bidelli che esplicano le proprie funzioni nella scuole italiane.

Secondo la norma, il dirigente scolastico (o i responsabili delle associazioni) che, entro 3 giorni dall’entrata in vigore del decreto, non avesse provveduto alla richiesta del casellario giudiziale dei suoi dipendenti rischia una sanzione amministrativa tra i 10mila e i 15mila.

pedofilia certificato

L’imminente entrata in vigore del decreto legge numero 39 ha, dunque, provocato l’allarme nelle scuole e negli uffici delle organizzazioni del terzo settore impaurite dallo spauracchio di pesanti sanzioni: adesso, dal ministero della Giustizia, fanno chiarezza.

Innanzitutto, è stato precisato che, i tantissimi volontari che lavorano a titolo gratuito presso parrocchie, onlus e associazioni sportive, non rientrano tra i soggetti ai quali il provvedimento si applica; che sono, invece, quelli che intrattengono un rapporto definito da un contratto di lavoro.

Quindi niente richiesta di casellario giudiziale per i volontari a titolo gratuito, inoltre, sempre dal ministero, precisano che la norma riguarda unicamente i nuovi assunti: quindi il pericolo di intasare gli uffici  sembra scongiurato, soprattutto, nelle scuole.

Quanto ai tempi e alle modalità di presentazione dei certificati del casellario giudiziale, il ministero ha precisato che “saranno rilasciati entro qualche giorno dalla richiesta”, che a fare la richiesta possono essere i lavoratori interessati, i loro datori di lavoro su delega del dipendente e che i moduli per la domanda sono disponibili sul sito del ministero. In attesa del documento, i datori di lavoro potranno accettare un’autocertificazione sostitutiva in cui il lavoratore dichiara di non essere stato condannato per i reati contro i minori.

Guglielmo Sano

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

32 Commenti

  1. Francesco Baldino ha scritto:

    Certificato anti-pedofilia?..Ma chi lo rilascia?…..Basta chiedere un certificato penale dal Casellario Giudiziale è tutto è risolto..

  2. Alf Manc ha scritto:

    ah..in parte si è chiarito…casellario giudiziale..

  3. GaspareSupremo ha scritto:

    La Costituzione italiana sancisce che la legge è uguale per tutti: è davvero così ? Perchè la medesima normativa non la si applica pure per i Parlamentari ? Renzi compreso che ha una condanna della Corte dei Conti ?  Si torna sempre al quesito iniziale !

  4. Salvatore Cantaro ha scritto:

    Il ministero della Giustizia:
    “i tantissimi volontari che lavorano a titolo gratuito presso parrocchie, onlus e associazioni sportive, non rientrano tra i soggetti ai quali il provvedimento si applica”.
    In virtù di quale presunzione escludono che tra i volontari possano esserci condannati per pedofilia ?

  5. Mimmo Pappalardo ha scritto:

    Come se un certificato bastasse a garantire….le solite stupidaggine italiana ed europea….basta che c’è scritto su un pezzo di carta…..sei una persona normale, sai fare impianti, sai costruire, sai produrre….Basta con tutte queste certificazioni, siamo ridicoli.

  6. Roberto Tempestini ha scritto:

    PD = Perdura Demenza…!! (…insanabile..!! )

  7. Margherita Simoni ha scritto:

    Non fanno in tempo ad emanare una Legge che immediatamente gli tocca chiarirla, e non perché non sia chiara! Perché gli ignoranti sono sempre in agguato per commentarla travisandola.

  8. Margherita Simoni ha scritto:

    La certificazione servirà per consultarne la veridicità sul certificato penale. E’ tanto difficile capirlo o si finge di non capire?

  9. Roberta Atzori ha scritto:

    E vabbè… di male in peggio!
    Ma non si riesce ad azzeccarne neppure una semplice?

  10. Guido Zaccaro ha scritto:

    Ben venga un controllo(qualora efficace e serio)…giacché pedofili e maniaci in Italia..prolifica no indisturbati..

  11. Mimmo Pappalardo ha scritto:

    Peccato,che la certificazione consiste nel presentare esclusivamente il casellario giudiziale fornito dal lavoratore. Di quale consultazione si parla?….i presidi non hanno ne la voglia e ne l’obbligo di andare a verificare……cosa diversa era se il datore di lavoro doveva chiedere lui il casellario, ma credo che per la privacy questo non sia fattibile

  12. Antonio Totino ha scritto:

    si ma i più pericolosi sono esenti dal presentarlo!

  13. Massimiliano Erario ha scritto:

    Ma che stronzata è questa? e c’è ancora gente che sostiene il PD???

  14. Massimiliano Erario ha scritto:

    Giuro su Dio che da lunedì se vedo un bambino cascare . lo lascio agonizzante er terra, sia mai che qualcuno mi scambi per pedofilo mentre cerco di aiutarlo

  15. Pistidda Giuseppe ha scritto:

    No vi è commento

  16. Ignazio Piga ha scritto:

    anche per i preti che insegnano religione nelle scuole pubbliche?

  17. Alessandra Fiore Salvatori ha scritto:

    Per tutti.

  18. Roberto Antonacci ha scritto:

    Sentite Geni della lampada, certificato, come se da una visita medica venisse fuori come l’essere cardiopatici anche essere pedofili….
    Fate ridere!

  19. Sandro Di Spigna ha scritto:

    … quelli vecchi ,,, santi subito !!!

  20. Gustavo Gesualdo ha scritto:

    i pedofili di annata se li tengono …

  21. Giuseppina Congiusta ha scritto:

    ancora lui, per carità!!!!

  22. Mario Mucedda ha scritto:

    certe informazioni devono rimanere nel casellario, aperte solo dagli addetti ai servizi, e non a disposizione di chichessia, dave va a finire la privacj, se anche i cani possono accedere ai nostri piccoli e grandi segretti,,sarebe veramente vero la fine della libertà individuale di tutti,,e la democrazia dove stà,,

  23. Giorgen Rock ha scritto:

    Giusto per fare altri immotivati casini. Grazie pd

  24. Alessandro Ghiro ha scritto:

    se così è sono contento..finamlmente una categoria che non può essere rottamata…..

  25. Franca Mollea ha scritto:

    e i preti?

  26. Antonio Congiu ha scritto:

    come si può certificare che uno non è pedofilo? Basta un’autocertificazione? Mi pare tutta una stronzata.

  27. Erminia Vicario ha scritto:

    ma non basta la vecchia richiesta come sempre stato del certificato penale…bha

  28. Salvatore Cantaro ha scritto:

    Anche loro da cacciare x Franca Mollea.

  29. Antonella Troncone ha scritto:

    che significa? pedofilo vecchio..bene accetto…

  30. Bruno Dezi ha scritto:

    le contraddizioni e le confusioni nelle norme sono ricercate furbescamente per depotenziarne l’applicazione, tutta fuffa si fa finta di fare qualcosa e in realtà non si fa nulla

  31. Loris Accica ha scritto:

    Ma perché non dimezzano la burocrazia ai cittadini e l’aumentano ai politici? Dovrebbe essere obbligatorio per entrare in Parlamento, un cumulo di certificati e il primo il test anti-demenza.

  32. Lucia Contino ha scritto:

    No sinceramente, chissa’ se in Vaticano ora prima di farli preti chiederanno il certificato seminariale!!!!!

Lascia un commento