•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 16 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Napolitano: “Basta indugi, si proceda con le riforme istituzionali”

In chiusura d’anno, l’ultimo da presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano torna a parlare. In occasione dello scambio degli auguri natalizi con le altre cariche dello Stato, il Capo dello Stato lancia diversi moniti alla politica. E sono quasi tutte carezze per il premier Matteo Renzi.

“Gli auguri che quest’anno ci scambiamo si intrecciano strettamente con gli impegni che tutti condividiamo per il superamento degli aspetti più critici per la situazione economica e sociale”, ha detto Napolitano. “Dobbiamo procedere con coerenza e senza battute d’arresto sulla via delle riforme”, ha continuato il Capo dello Stato. “Tutto richiede continuità istituzionale”, quella che “mi sono personalmente impegnato a garantire ancora una volta per tutto lo speciale periodo del semestre di presidenza europea”, ha proseguito il Capo dello Stato.

25 Aprile: Napolitano al Vittoriano per cerimonia

Anche sulle riforme istituzionali, Napolitano ha dimostrato di convergere sull’iter avviato dal premier:Superare il bicameralismo non è un tic da irrefrenabili rottamatori o da vecchi cultori di controversie costituzionali. Non si dica che c’è precipitazione, che si procede troppo in fretta, si è indugiato per mesi, con audizioni e approfondimenti, su questioni di cui si è dibattuto per decenni”. Il presidente è perfino intervenuto sui contrasti all’interno del Pd, invitando la minoranza a non mettere in atto alcuna scissione: “Parlare di voto e scissioni porta all’instabilità. Chi dissente dalle riforme non deve farlo con spregiudicate tattiche emendative”.

“Tornare indietro alla ormai sancita trasformazione del Senato – ha continuato Napolitano – significherebbe solo vulnerare fatalmente la riforma. Rispettare la coerenza delle riforme in gestazione, anche quella elettorale, è un dovere di onestà politica e di serietà”. Poi a tutte le forze politiche ha raccomandato: “Il governo ha annunciato una non breve serie di azioni di cambiamento, un tasso di volontà riformatrice che ha riscosso riconoscimenti e aperture di credito sul piano internazionale. Si è messo in atto un processo di cambiamento. Non si attenti alla continuità del nuovo corso”. Chissà se il successore sarà così renziano.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

28 Commenti

  1. pamy12001 ha scritto:

    TermometroPol PERCHE’ HA LA STESSA FACCIA DI http://www.ilgiornale.it/news/morti-lamianto-ecco-firma-che-inguaia-de-benedetti-1075684.html ASSASSINI E MAFIOSI PD

  2. Gaetano Fano ha scritto:

    la riforma istituzionale piu importante sarebbe quella della elezione diretta del capo dello stato!

  3. Nicola Berardi ha scritto:

    A si? Per poi lasciargli le stesse funzioni attuali o per cambiarle? E se le cambi, cambiando l’intero assetto istituzionale nazionale, come lo trasformi? A quale pro?

  4. Lamberto Giusti ha scritto:

    Ma chi vuole prendere in giro, le riforme non interessano a nessuno e ce la menano solo per distrarci dal fatto che stiamo per andare del culo…

  5. Franco Gentile ha scritto:

    Non riesco a com prtendere tanta fretta di riformare una costituzione che assixcura una democrazia perfetta…………..!

  6. Franco Gulino ha scritto:

    Ma questo, quando muore?

  7. Federico Collovati ha scritto:

    Si le facciamo presidente napolitano.ma non si metta a piangere e a commuoversi come sempre.w il job act che porterà lavoro e la ripresa

  8. Federico Collovati ha scritto:

    Basta populismo.w le riforme renziane

  9. Nicola Berardi ha scritto:

    Una democrazia perfetta sarebbe quella del bicameralismo perfetto che impedisce un’attività parlamentare efficiente?

  10. Auro Gall ha scritto:

    Le “riforme” servono solo alle èlite di potere sia italiane sie europee. Le riforme porcata che hanno fatto in vent’anni di dominio dovrebbero piuttosto essere eliminate con l’avvento di un’altro governo (non reazionario come quello delle larghe intese) e puntare su un’altro sistema economico-sociale-politico all’opposto dell’orrendo sistema attuale.

  11. Ignazio Angione ha scritto:

    basta balle presidente ci hai tradito ci hai derubato e ci hai impoveriti .vergognati e fai un esame di coscienza sempre se lei ha la coscienza

  12. Antonio Piarulli ha scritto:

    Ci sono seri motivi per essere seriamente preoccupati! Operano in spregio alla Carta,sulla quale hanno prestato giuramento,o spergiuri o …………….!

  13. Luigi Babbetto ha scritto:

    Ma quando muori?

  14. Lino Masci ha scritto:

    parla lui che per una vita a mangiato a le notre spalle e sistemata tutta la famiglia e parla

  15. Leib Leben ha scritto:

    a patto che cedi tutte le tue pensioni, diaria e privilegi… e con te il resto dei politici, maledetto figlio di TROIKA!

  16. Luigi Cristalli ha scritto:

    Da un ex comunista filostaliniano non prendo lezioni di Democrazia.

  17. Paolo De Marzi ha scritto:

    La prima riforma è tagliare gli stipendi a 5.000 euro al presidente della repubblica, 4.000 per i ministri e 3.000 ai parlamentari… Via auto blu, beneficts e vitalizi … Ma retroattivi!!!! Poi parliamo di tutto …

  18. Marcella Camarca ha scritto:

    Basta piuttosto dire sempre le stesse cose senza concludere nulla!

  19. Roberto Moccia ha scritto:

    Basta indugi..vai a forar li pertugi..cioè vai a fare in culo..e muori male..Napoletame

  20. Fabio Scalzi ha scritto:

    Risultati della male informazione e qualunquismo assoluto

  21. Selmo Il Colo ha scritto:

    ma sparisci

  22. Pingback: Rassegna stampa: Napolitano blinda Renzi - Termometro Politico

  23. Lodovica Magistrali ha scritto:

    le riforme costituzionali sono irrinunciabili!!| Sono tanto osteggiate dai politicanti perché sono il primo passo per uscire dalla palude di una politica inadeguata e corrotta!!!

  24. Graziano Coletti ha scritto:

    Quali riforme, quelle di Berlusconi ?

  25. Marzia Torricelli ha scritto:

    No alle riforme istituzionali. Renzi non è nemmeno stato eletto quindi none legittimato a fare nientr

  26. Paolo Serra ha scritto:

    Nicola Berardi, cos’è una attività parlamentare efficiente? In democrazia liberale è poche leggi, lentamente approvate e lungamente valutate e corrette, in modo da avere un quadro normativo stabile e un esecutivo sempre in bilico perché costantemente controllato e subordinato al parlamento. In dittatura invece è tante leggi, velocemente approvate e spesso cambiate a capriccio contingente del potere esecutivo che resta stabilissimo, con un parlamento che gli è succube e un quadro normativo instabile con frenetici cambiamenti. Indovina un po’ quale dei due sistemi funziona meglio con un bicameralismo paritario e quale invece con una sola camera. Ti do un aiutino: la riforma di Renzi è una dittatura.

  27. David Bianchi ha scritto:

    Basta indugi, si dimetta e basta

  28. Busatta Adriano ha scritto:

    Ha approvato tutte le porcate spec fornro monti e renzi

Lascia un commento