•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 18 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Presidente Piemonte Chiamparino apre a riduzione Regioni

riduzione regioni chiamparino renzi

Riduzione Regioni: c’è una prima parziale apertura del presidente della Conferenza Stato-Regioni Sergio Chiamparino: “Pronti a discutere sulla riduzione delle regioni. Servono, ma devono essere riorganizzate. Si potrebbe fare delle cose insieme tra diverse regioni, aggregarle su progetti condivisi, sulla gestione di alcune strutture anche sanitarie”. Lo dice il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24.

Se come la Francia che per avere più soldi per la crescita dall’ Europa ha dimezzato le regioni e ridotto la burocrazia, per il Governatore del Piemonte: “Io sono pronto anche perché si sta discutendo una riforma importante, quella del Titolo V e la seconda camera.  – continua a Mix24 – Io come presidente della Conferenza sono pronto a sedermi a un tavolo e discutere di questi temi. Se il Governo è pronto noi siamo pronti a discutere su un riordino anche territoriale delle regioni e anche ridefinizione assai più drastica di quello che sta avvenendo al Senato sull’attribuzione di funzioni. Io sono pronto a questa sfida”.

fecondazione eterologa

Sul numero ipotetico delle nuove macro regioni, Chiamparino dice a Mix24 che è “inutile che io dica quante. Io sono pronto ad affrontare questa discussione ma c’è bisogno di un interlocutore al tavolo, non possiamo parlare da soli”.

Riduzione Regioni, mappa proposta da Morassut-Ranucci

Riduzione Regioni: ecco la mappa proposta dal deputato Pd Roberto Morassut e dal senatore Pd Raffaele Ranucci

riduzione-delle-regioni-mappa-proposta-pd riduzione regioni

Olimpiadi 2024, Chiamparino approva candidatura Roma

“Sì, farei la candidatura. Anche perché se un Paese pensa nel 2024 di stare come adesso allora tanto vale che organizziamo un suicidio collettivo”. “Non per fare come gli asini di Cavour, che si lodano da soli, ma noi abbiamo fatto le Olimpiadi a Torino, i conti sono stati passati al setaccio e, si, qualcuno è stato indagato ma poi è stato assolto. Per cui si possono fare grandi eventi senza rubare, non sta scritto da nessuna parte; e anzi, secondo me proprio nel momento in cui c’è questa sensazione di corruzione diffusa, bisogna lanciare il cuore oltre l’ostacolo”.

Legge di stabilità: incognita Sanità

“Alcune proposte del Governo della Legge di stabilità sono chiare, come quella degli 80 euro, e quindi una scelta espansiva. Altre cose, come in tutte le finanziarie, si confondono: per quel che ci riguarda non è così chiaro quel che succederà sulla sanità, se verrà mantenuto l’aumento o se verrà ridotto. Come sempre, c’è un po’ di confusione.”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

32 comments
Maria Cristina Gnudi
Maria Cristina Gnudi

aboliamo direttamente l'Italia come Stato! è talmente marcio che non vale la pena tenerlo

Riccardo Farinelli
Riccardo Farinelli

Comincerei intanto a far funzionare rfgicientemente quello che c'è, poi comprenderne i limiti e infine abolire dove occorre: non ci si dice cavallerizzi cominciando dalla frusta

Lodovico Scolari
Lodovico Scolari

ridurle, determinando in modo inequivoco le competenze che dovrebbero essere: funzione legislativa e di programmazione.

Busatta Adriano
Busatta Adriano

Sono i dirigenti a guadagnare tanto a mettere procedure e regolamenti incredibili

Busatta Adriano
Busatta Adriano

Io non trovo la situazipne cosi tragica il personale manca invece, sono anche una collocazione per invalidi

Laura Palmieri
Laura Palmieri

ABOLIRLE,,,,SONO UN POZZO SENZA FINE,,, PRENDONO PRENDONO E DANNO MOLTO POCO,,,

George Ross
George Ross

Finalmente un politico che da un consiglio sensato al premier , infatti con l' evento delle regioni sono arrivati i guai per tutti , iniziando dai cittadini arrivando alle piu' alte cariche istituzionali !!!

Giulia Partengo
Giulia Partengo

chi è pazzo? questo voi rende incomprensiibile il commento

Giulia Partengo
Giulia Partengo

a mio avviso il problema è che l'istituzione delle Regioni in attuazione della Costituzione, è stata fatta malissimo senza osservare le regole elementari di qualsiasi processo di decentramento: distinguere le materie delegabili integralmente (potere legislativo ed esecutivo ), da quelle delegabili entro i limiti di linee guida centrali e da quelle indelegabili; attuare il decentramento per gradi e istituire immediatamente la Camera delle Regioni al posto del Senato; progettare prima della messa in atto del sistema, i meccanismi di controllo normativo e contabile . Adesso ridurne il numero e ampliarne il territorio può servire a contenere i costi amministrativi e le differenze di trattamento tra zone del paese

Pasquale Iacoviello
Pasquale Iacoviello

Vogliono smantellare lo stato Il problema non è tagliare o accorpare, ma far funzionare gli organismi istituzionali e, soprattutto, ridurre il personale, gli sprechi, gli stipendi e le pensioni .

Mauro Conti
Mauro Conti

Intanto comincerei ad abolire Chiamparino....!!!!!!

Lombardi Francesco
Lombardi Francesco

L'abolizione delle regioni andava fatto al posto delle provincie.

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Vanno ridotti di almeno quattro i consigli Regionali e anche le loro competenze come quelle di potersi aumentare tutti i soldi che prendono.

Massimo Cozzi
Massimo Cozzi

abolire la politica regioni comuni e passare sotto ai tedeschi

Giacomo Gorini
Giacomo Gorini

se le aboliscono come le provincie..stiamo freschi!

Lucente Michele
Lucente Michele

Giusta riflessione.......Un'altra iflessione.......se dalle Provincie ...abolite il personale passa alla Regioni......con l'abolizione delle Regioni che fine faranno i dipendenti di Regione e Provincie più i precari e i collaboratori....... li mandiamo nei ministeri.......Hanno creato Enti intermedi solo per aumentare l'occupazione incrementando anche le procedure burocratiche ora che sono...INGOLFATI ....vogliono ridurre ....partendo dai dipendenti.........La vera riforma deve partire dai vertici di questo Stato......

Aldo Boni
Aldo Boni

le regioni sono solo costi e stato nello stato.......................

Riccardo Lo Monaco
Riccardo Lo Monaco

Il problema non sono le Regioni nella loro estensione o nella loro natura di organo amministrativo intermedio tra Stato e comuni. Il problema è rappresentato dai consigli regionali e dalla potestà legislativa spesso esercitata per emanare leggi regionali nella loro stragrande maggioranza in conflitto di attribuzione o, nel migliore dei casi, per istituire quel consorzio o quell'ente - ovviamente con tanto di Cda - che hanno l'unico sostanziale obiettivo di fungere da parcheggi per trombati e casse per politiche clientelari.

Trackbacks

  1. […] Regioni: dopo la parziale apertura di Chiamparino ne parla un altro presidente di […]

  2. […] Il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, si era già espresso in merito: “Sono troppe, serve un piano per accorparle”. Parole alle quale hanno subito fatto eco quelle del capo della conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino: “Si sta riformando la Costituzione, se il governo vuole noi siamo pronti a discutere anche del riordino territoriale delle Regioni”. […]