•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 22 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Riduzione Regioni, Zingaretti: “Serve piano per accorparle”

zingaretti 1

Riduzione Regioni: dopo la parziale apertura di Chiamparino ne parla un altro presidente di Regione.

Questa è volta del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “Le circoscrizioni regionali furono definite in un’altra era, quando la società era ancora molto agricola e non esisteva il mercato unico europeo. I confini regionali non corrispondono più necessariamente ad ambiti ottimali per il buon governo: quasi 70 anni dopo che sono stati disegnati e dopo 40 anni di funzionamento, si può pensare a rivedere lo stato di cose”.

Regione Lazio, microspia per spiare Zingaretti

Zingaretti: Chiamparino ne ha parlato col Governo

A Repubblica Nicola Zingaretti afferma: il presidente delle Regioni “Sergio Chiamparino ne ha già parlato al governo”.

“Come la vedo io, un’autoriforma delle Regioni mira anche a fornire servizi di qualità ai cittadini mettendo in comune certe funzioni di governo. C’è molto di concreto che si può già fare senza fare nuove leggi”. “Le Regioni – continua il governatore – possono iniziare subito a mettere insieme alcune attività, in modo da ridurre i costi e alzare la qualità dei servizi. Poi si potrà pensare realisticamente a ridurre il numero delle Regioni stesse per arrivare a ambiti più ampi”.

zingaretti su riduzione regioni tra abolizione e accorpamento tema in discussione governo

Zingaretti: servizi da mettere in comune

E al giornalista che gli chiede quali settori potrebbero essere messi in comune il governatore dice: “ci si può arrivare su alcuni servizi sanitari”, “la protezione civile, la tutela dal rischio idrogeologico, i trasporti, le agenzie regionali per l’ambiente. E naturalmente anche certi enti e società partecipate”. “Le istituzioni regionali – continua Zingaretti – devono avere la lungimiranza di perdere qualche pezzo di ciò che per alcuni continua ad essere un potere, anche elettorale, a vantaggio dell’efficienza per i cittadini e le imprese”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

29 comments
Nora Picone
Nora Picone

Non ho detto io , ma persone serie e competenti che non sono né tu né loro, altrimenti non staremmo come stiamo!

Claudio Viola
Claudio Viola

! Fardello da pagare servono ad allungagre i tempi di ogni pratica senplificare e togliersi il debito pubblico è lunica via per paagare meno tasse . Questo personale serve ai partiti come serbatoio di voti e noi li paghiamo ciao claudio.

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

Caro Adriano, ma di quali servizi parli?, per le tasse che paghiamo alle regioni i ritorni in servizi sono approssimato allo zero.

Busatta Adriano
Busatta Adriano

Non basta il casino delle province ?orAMAI SIAMO UN PAESE ASIATICO

Gianni Rebolini
Gianni Rebolini

no , vanno eliminate tutte assieme alle province , solo i comuni restano e stop

Aldo Alborghetti
Aldo Alborghetti

Bisogna ridurre il numero dei dipendenti pubblici, come si fa normalmente nelle aziende private!!! Ma dove vivono questi ebeti!!

Orru Maurizio
Orru Maurizio

Abolizione totale altro che accorpare magnani di più

Arnaldo Platano
Arnaldo Platano

Per condo mio , li eliminerei . Xrke le tasse sono amentate da quando sono nate le reggione...sono aumendati gli scandali e la ruberie , se fosse io , lascerei solo i comuni , e 300 debuttati .... aumenderei il numero delle forze dell'ordine ke oggi anno dimostrato ancora una volta , di essere bravissimi , altrimenti tatta povera gente innocente ci avrebbe lasciato le penne. ? Mandare a casa tanti cialtroni è aumentere gli stipendi alle forze dell'ordine è specialmente ai ROS ...ke tutti dovremo ringraziare!!!

Stefano Valenti
Stefano Valenti

Le regioni italiane non sono troppe, e la configurazione degli enti locali non si può cambiare ogni due anni.

Spina Tommaso
Spina Tommaso

Si va bene accorparle e meta' consigleri a 3000 euro.

Francesca Sordini
Francesca Sordini

e magari poi far lavorare i dipendenti................................................

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

Ma quale federalismo vai cercando, l'Italia è piccola e il federalismo nn serve, serve solo che la politica la smetta di fare stronzate.

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

Le funzioni delle regioni sono fonte di spreco, non solo rifugio di politici trombati, vanno abolite, non servono,

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

ma quale accorpamento, si devono eliminare tutte e i dipendenti devono essere licenziati perchè inutili.

Niccolò Lanzoni
Niccolò Lanzoni

Ma questa gente ce l'ha il cervello? E gli elettori? Il problema non è rappresentato dalla Regione in quanto ente amministrativo, anzi. Di per sé l'idea di accentuare le autonomie, in un Paese di forti tradizioni autonomistiche e di ex staterelli è condivisibile, oltre che costituzionalmente corretta (articolo 5). Le Regioni amministrano funzioni importanti, prima tra tutte il SSN. Il Problema non è la Regione (le cui competenze andrebbero meglio delineate, ma questo è un problema di scrittura del testo costituzionale, articolo 117. Del resto fu scritto dal Governo Berlusconi II) ma la gente impresentabile che vi staziona, riciclati dei Partiti che scaldano la poltrona e sfruttano l'autonomia dell'ente esclusivamente per crearsi i vitalizi ed alzarsi ripetutamente la soglia massima dello stipendio. Zingaretti, il problema non sono le Regioni, il problema è la gente come te.

Felice Salomone
Felice Salomone

Vanno tolte tutte , non servono a niente, sono solo mangiasoldi!

Trackbacks

  1. […] governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, si era già espresso in merito: “Sono troppe, serve un piano per accorparle”. Parole alle quale hanno subito fatto eco quelle del capo della conferenza delle Regioni, Sergio […]