•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 26 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Paolo Cirino Pomicino: “Vitalizio? Toglierlo ai condannati è aggressione alle famiglie”

andreotti e pomicino

Paolo Cirino Pomicino torna a parlare di politica. L’ex ministro del Bilancio di andreottiana formazione (faceva parte della corrente DC del già 7 volte premier) dice la sua sulla questione vitalizi.  “Vitalizi ai condannati? Facessero quello che vogliono. Ma il vitalizio è una pensione minore, non c’è la tredicesima e altre cose. Non è un privilegio, anzi”. Lo dice alla Zanzara su Radio 24 l’ex ministro Pomicino, già condannato a 1 anno e 8 mesi per finanziamento illecito e a due mesi per corruzione per i fondi neri dell’Eni.

Pomicino ha un vitalizio come ex deputato di 5.573 euro al mese

Se tolgono i vitalizi ai condannati – dice l’ex ministro – li tolgono alle famiglie, alle vedove. E’ un’aggressione. Lo tolgono alla mia famiglie, io sono ormai all’ultimo miglio da percorrere. Perché vogliono punire le famiglie? Se si tolgono i trattamenti previdenziali si puniscono le famiglie”. “I vitalizi, le pensioni – continua Pomicino – appartengono alle famiglie, non alla persona. Se avessi saputo, ero un medico autorevole, avrei fatto il medico invece di fare il parlamentare. Avrei guadagnato di più”. “In Italia – dice ancora l’ex ministro Dc a Radio 24 – i condannati per reati gravi mantengono la pensione. Molti di noi sono stati condannati per finanziamento illecito ai partiti”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

1 Commento

  1. ExPD ha scritto:

    Invece di lamentarti che il vitalizio serve alla tua famiglia, pensa che non dovevi metterti nei guai, stronzo.

Lascia un commento