•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 1 aprile, 2015

articolo scritto da:

D’Alema: “Ci vuole un Ministro per il Mezzogiorno”

dalema sud e jobs act

Scottato, anzi, indignato, per il polverone mediatico che lo ha travolto negli ultimi giorni, Massimo D’Alema torna a parlare di politica e lancia un’idea mai tramontata. “Secondo me ci vuole il ministro per il Mezzogiorno: è un segnale che va dato in un momento in cui la situazione del Sud appare così drammatica e disperata. E penso anche che dovrebbe avere poteri accresciuti” , afferma l’ex premier nel suo intervento alla presentazione del primo numero del 2015 della rivista Italianieuropei sul tema ‘Sprofondo Sud’, che si è svolta nell’aula magna dell’Ateneo di Bari.

Secondo D’Alema, questa figura “non dovrebbe limitarsi a essere il ministro che gestisce le risorse comunitarie ma, in qualche modo, dovrebbe avere la possibilità di intervenire, con delega del presidente del Consiglio, sulla coerenza meridionalistica di tutte le politiche pubbliche perché, naturalmente, il problema del Mezzogiorno non è legato soltanto all’uso delle risorse aggiuntive ma anche alle priorità che si adottano nelle grandi scelte della politica nazionale”. D’Alema ha ricordato che anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi si era dichiarato favorevole all’istituzione del Ministero per il Mezzogiorno.

Ministero per il Mezzogiorno, D’Alema: “Renzi favorevole”

“Quando sono d’accordo con lui, e non accade sempre – ha sottolineato D’Alema – lo dico nella speranza che lo faccia. E anche questo non accade sempre. Non sono mai stato un patito del Ministero del Mezzogiorno, ma in questo momento è utile”, ha evidenziato D’Alema, secondo il quale, ad esempio, se le Regioni “non utilizzano i fondi europei, il ministro può intervenire con poteri sostitutivi e commissariali, in modo da punire la politica che non spende i fondi e non i cittadini”. L’ex premier si è augurato anche “che la classe dirigente meridionale non sia acquiescente nei confronti del potere centrale del Paese e abbia un rapporto dialettico verso la politica nazionale. Non corriamo in soccorso del vincitore come da tradizione. Non imitiamo – ha concluso D’Alema – quello che fece la destra meridionale che fu particolarmente subalterna verso il berlusconismo e il leghismo”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

47 comments
Ignazio Piccione
Ignazio Piccione

Cosi potra' vendele un migliaio di libri e di cartoni di vino.

Roberto Valentini
Roberto Valentini

Si! come la cassa del mezzogiorno che é stata prosciugata . Da chi ??? Fate i vostri conti. Controllate tutti i Proprietari terrieri o di fabbricati che sono nati dopo l'istituzione della Cassa del Mezzogiorno, sarebbe piuttosto la cassa per il mezzogiorno.

Patrizia Patty
Patrizia Patty

D'alema ti stai gia' agitando troppo....torna nel buio

Elisa Agostini
Elisa Agostini

Un'altra volta! !!vorresti essere te???col cavolo!!!

Maurizio Ricci
Maurizio Ricci

Anche uno per la sera, per il pranzo e colazione, e poi tutti amagnà n'altropò!

Maurizio Ricci
Maurizio Ricci

Io reintrodurrei anche la cassa del mezzogiorno, della sera e anche del mattino.

Sauro Ernest Ricci
Sauro Ernest Ricci

AHHHHHH...il Beffettino di Galli/polli e' all'ultima spiaggia...non e' che il vino che sa' di liquido per i tubi del cesso gli sta ritornando indietro dalle COOP degli amici suoi e cerca un nuovo posto di lavoro??

Sergio Bacchiocchi
Sergio Bacchiocchi

qualsiasi cosa dica, ormai non è credibile ! Al tempo do Prodi si è comportato peggio del peggior nemico ! Deve riposare, ha già fatto tanto male

Francesco Coraggio
Francesco Coraggio

cu vuole che si tolga di torno visto cge non rappresenta piu' nessuno. La sua occasione l'ha avuta, disastosa.

Domenico Di Serafino
Domenico Di Serafino

No ci vuole un ministro per i ministri ed un ministro che controlla il ministro dei ministri.....ma falla finita buffone ci vuole onesta e oculatezza nel gestire il bene pubblico quella che per intenderci mettete nel gestire le cooperative rosse voi e le sue aziende berlusca.

Rosa Fos
Rosa Fos

scommetto con lui responsabile di questa novità

Fabio Bianchi
Fabio Bianchi

Chissà dalema a chi pensa per quella prestigiosa carica

Enzo Paparella
Enzo Paparella

Vecchia politica .......basta ad approfittare del mezzogiorno.

Luigi Viglione
Luigi Viglione

Ci vogliono ministri preparati e di coscienza. Tutto qui. Finché avremo gli Alfano, le Boschi, i Franceschini, i Lupi...non risolveremo mai niente!

Piero Nanni
Piero Nanni

e chi propone baffetto come ministro: lui stesso???????

Mario Taiti
Mario Taiti

Si che idea, geniale. Ma mi faccia il piacere!

Alfredo Bartolini
Alfredo Bartolini

Si! Ci vuole proprio un ministro che accerti e risolva i problemi per tutti coloro che a " mezzogiorno" non mangiano e non hanno i soldi per pagare gli affitti!

Marco Camilleri
Marco Camilleri

ci vuole un po' di sana galera per questo squallido individuo....

Francesco Bacci
Francesco Bacci

ci vuole un ministro anche per lo smercio delle bottiglie di vino?