•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 25 maggio, 2015

articolo scritto da:

Bertinotti, intervista all’Huffington Post: “In Italia ci vuole Podemos”

bertinotti in primo piano con un sigaro in bocca

Fausto Bertinotti è rimasto molto colpito dal nuovo movimento politico spagnolo, Podemosche proprio in questi giorni ha incassato un successo alle ultime elezioni amministrative – tanto da immaginare, in un’intervista rilasciata all’Huffington Post, che anche qui in Italia sorga una forza politica del genere, un simbolo concreto ed efficacie della battaglia tra la “vecchia” e la “nuova” politica, una battaglia che si può vincere. L’ex presidente della Camera, commentando in generale la riuscita di Podemos, parla anche delle nuove realtà politiche che si affacciano in Europa, facendo dei parallelismi con la realtà del Belpaese e con le sue problematiche.

Bertinotti parla alla luce della sua esperienza come politico, ma anche come sindacalista, e quando gli viene chiesto se l’Europa ha da imparare qualcosa dai risultati delle amministrative spagnole risponde: “Succede che una forza quasi sconosciuta può ottenere un grande risultato mettendosi contro il sistema politico. Le forze anti-sistema ottengono un successo rilevante: è l’espressione di una denuncia popolare della crisi della politica data, della distanza della politica ufficiale dal popolo, anche per via dei processi corruttivi che la corrodono dall’interno. E’ un processo che sormonta il conflitto classico tra destra e sinistra e impone un conflitto tra basso e alto della società”.

bertinotti di profilo con microfono

Le alternative politiche in Europa: “Forze che interpretano il basso della società”

Il fatto, secondo Bertinotti, è che ci sono forze di “diversa natura politica che interpretano il basso della società”, quasi dei “populismi” (anche se ci va cauto con questa parola e aggiunge “termine che uso asetticamente, senza connotazione diffamatoria”, ndr), che vanno a colpire e destabilizzare il classico sistema politico bipolare. Spiega che come in Francia con Marine Le Pen, in Grecia con Tsipras o qui in Italia con Grillo o con Salvini, si tratta di mobilitazioni popolari inedite la cui sopravvivenza dipende dal modo in cui scelgono di rapportarsi con il sistema della vecchia politica: “Il successo elettorale non fa guadagnare il governo in maniera autosufficiente, per cui si pone il problema che si è posto Grillo: o tentare l’alleanza rischiando molto e rientrando nel gioco della politica tradizionale, pur con il prestigio accumulato da questa corsa o prendere il connotato anti-sistema e lavorare affinché il crollo avvenga. Ma è una scelta che si pone più alle politiche che alle amministrative”. Quando gli viene chiesto se le amministrative spagnole sono quindi un altro colpo per l’Europa, invece, il suo giudizio è netto e inequivocabile: “A una Europa autoritaria e oligarchica in cui il meccanismo di governo è totalmente privo di sovranità popolare. Ora su questo lo scontro è aperto”.

Le alternative politiche italiane: “Sono movimenti racchiusi nelle proprie dimensioni di conflitto”

Dall’Europa all’Italia. “In Italia non esiste il terreno di alternativa. Ci sono movimenti sociali molto interessanti ma racchiusi nelle proprie dimensioni di conflitto. L’ultimo è il movimento contro la riforma della scuola: forte ma senza connessione con altri movimenti ed esperienze di lotta”. E quando il giornalista dell’Huffington Post fa riferimento alla nuova coalizione sociale di Maurizio Landini – che guarda proprio alla Spagna di Podemos– Bertinotti scuote la testa: “Ma no, Landini non vuole fare Podemos. Landini dà un valore sindacale e sociale alla sua coalizione. Ma un conto è la pancia della coalizione, un conto è Landini. Si può sintetizzare così: la coalizione sociale è la produzione di un processo politico-partitico? No. E’ una produzione di politicizzazione? Sì. Dunque, può essere intercettata da chi, in autonomia, può fare Podemos o Syriza. Ma questo non è nelle mani di Landini: la sua prospettiva è dichiarata, non è nelle sue volontà. Se altri saranno capaci di innestare un processo politico nuovo, ci provino”. Infine, alla domanda se andrà alla fondativa della coalizione sociale di Landini il 6 e 7 giugno a Roma risponde “Sa, è una questione di decoro, si rischia di essere di ingombro per il processo, meglio di no…”

 

 

 

 

L’attacco di Raggi al governo – CLICCA IL VIDEO

L'attacco di Raggi al governo

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Salvini: "Il centrodestra è morto". Secondo voi il segretario leghista ha...

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

Qui si fa il Jobs Act o di muore

Qui si fa il Jobs Act o di muore

articolo scritto da:

48 comments
Angela Di Siena
Angela Di Siena

Bertinò non dimenticare mai il tuo ruolo nel governo Prodi.

Marco Basilischi
Marco Basilischi

Un infiltrato berlusconiano, unica possibile spiegazione di una deriva altrimenti ascrivibile a pura demenza.

Alessandro Granata
Alessandro Granata

Trovo penoso che reduci comunisti, vecchie glorie delle terrazze romane, giornalisti manifesti mantenuti dalla nascita, mazzolatori fascisti da borgata, buffoni milionari con annesso guru scientologista, desaparecidos di tutte le campagne elettorali fallite, trombati di ogni dove, fascioleghisti Salvini con puzzolenti ascelle felpate, più Civati, tutti a dichiarare strette parentele con Podemos. Dato comune ovvio: figli di puttana!

Donatella Buzzatti
Donatella Buzzatti

dopo la sfiga che ha portato alla sinistra, vuole mandare in rovina anche podemos?

Francesco Coraggio
Francesco Coraggio

Uno che ha sbagliato tutto, per sua stessa ammissione, può essere mai credibile in una previsione?

Riccardo Moni
Riccardo Moni

E chi sarebbe il nostro Iglesias? Avulso dalla realtà

Laura Zenarollal
Laura Zenarollal

se lo dice lui, allora è matematico che serve i contrario.

Salvatore Prata
Salvatore Prata

in Italia tutto ci voleva fuorché la presenza di Bertinotti.

Adriano Boni
Adriano Boni

Bertinotti un comunista arricchito come tutti gli ex pci..che si sono venduti al potere,mollando la classe operaia nella merda.e nelle mani del democristiano balista Renzi..che tragedia..solo privilegi per la politica..per le banche..mafia..massoni ,confindustria e schiavi dell'UE..la miseria è appena cominciata..votate pd

Marcello Novelli
Marcello Novelli

Quest'uomo ha rovinato l'Italia e ha ancora il coraggio di parlare?

Antonio de Filippo
Antonio de Filippo

Fu lui che determinò l'impero berlusconiano, i cittadini non lo dimenticano!

Johnny Patrignani
Johnny Patrignani

l'Italia, il paese dove chi ha fallito tutto ancora pontifica sui media distribuendo patenti di legitttimità o successo. Stai al parco Fausto che i piccioni hanno bisogno delle becche.

Osvaldo Cardillo
Osvaldo Cardillo

Perché non sta zitto. Ha sempre frequentato "i salotti buoni della Roma borghese e decadente" alla faccia della sinistra e della gente che cercava per il voto. È un cortigiano, vanesio e non è' stato nessuno. Vederlo ancora con la posa saccente da testa di ... Mi viene da vomitare.

Biancarosa Rossi
Biancarosa Rossi

Ci vorrebbe Podemos? E chi la farebbe, lui che si è ritirato a vita privata?

Aldo Luigi Carozzi
Aldo Luigi Carozzi

Ha dato tanto all'Italia, si è sacrificato come pochi... basta vedere quanto è patito. Coglione chi lo ha votato!

Vincenzo Moncada
Vincenzo Moncada

Bertinotti, il sinistrato di lusso che ha consegnato il paese a Berlusconi? Vaffanculos!

Oretta Ruspaggiari
Oretta Ruspaggiari

caro bertinotti i salotti buoni ti aspettano ...affrettati..perchè non hai chiaro cosa significa FATICA!!!! e sono stanca di sentire le tue ''perle'' di saggezza alle mie spalle..fanculo!

Raffaele Omega
Raffaele Omega

il primo da prendere a calci sei tu! vai a lavorare MANTENUTO!

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Podemos recordarte l'aiuto che hai dato a Berlusconi? Stai zitto!

Donato Fioretti
Donato Fioretti

vorrebbe esserne lui a capo? col pulloverino in cachemire o senza? #mamifacciailpiacere

Tf Use
Tf Use

dopo che per colpa sua berluscoi ha potuto fare tutto il disastroche conosciamo,ma vai ......

Antoniazzi Laura
Antoniazzi Laura

Ha parlato il VERBO... Podemos toglierebbe di sicuro i vitalizi ai politici senza se e senza ma.... Bertinotti dovrebbe stare zitto ....

Valeria Nari
Valeria Nari

Bertinotti ...taci hai già fatto troppo per Italia e la sinistra .....NASCONDITI !

Riccardo Bottegal
Riccardo Bottegal

"Signori, attenzione, sta arrivando il Carro del Vincitore! Venghino, venghino, salghino!"