•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 3 agosto, 2015

articolo scritto da:

Caos Migranti: una “patata bollente”

migranti

Migranti: nella notte tra domenica e lunedì circa 1700 migranti hanno tentato di introdursi nell’Eurotunnel che da Calais, punta estrema della Francia, attraversa la Manica fino ad arrivare nel Regno Unito.

Migranti: la notte più difficile

Il problema è sorto già qualche anno fa ma, adesso, la situazione  si sta facendo difficile a Calais, dove migliaia di migranti tentano di salire sui Tir o sui treni diretti nel Regno Unito – dovrebbero essere all’incirca 4-5000, ne arrivano 150 in più al giorno – spesso anche mettendo a rischio la propria vita (da giugno in 10 sono morti tentando di varcare il “confine”). Sperano di raggiungere le coste inglesi, tra di loro un numero sempre più alto di donne e bambini.

Nella notte tra domenica 2 agosto e lunedì 3 agosto, in 1700 hanno tentato di forzare i blocchi dell’Eurotunnel: mai avevano tentato in così tanti, infatti, nelle scorse notti non si registrano più di un centinaio di casi per volta. Secondo Al Jazeera, la polizia ha usato anche gas lacrimogeni per neutralizzare l’assalto – a presidiare il passaggio oltre 400 agenti. Si apprende in queste ore anche dell’arresto di un sudanese accusato di aver colpito un poliziotto con una pietra.

migranti calais

Migranti: la patata bollente

Le dichiarazione delle autorità francesi sulla questione rilasciate in questi giorni si possono riassumere in poche parole: “i migranti vanno a Calais perché vogliono andare nel Regno Unito”, dunque, “il problema lo deve risolvere Londra”. Dall’altra sponda della Manica, nel timore di restare con la “patata bollente” in mano, ha risposto il ministro degli Esteri Philip Hammond che, per bocca di un suo portavoce, ha detto: “non ci sono prove che tutti quelli che lasciano i campi di Calais raggiungano il Regno Unito, molti sono in cerca di opportunità in Francia, in Europa“.

Ieri, il ministro degli Interni britannico Theresa May, d’accordo con il ministro dell’Immigrazione James Brokenshire, ha cercato di mandare un messaggio chiaro ai migranti che affollano Calais. I due dicasteri stanno provando a cambiare il provvedimento che assegna automaticamente ai richiedenti asilo con bambini – anche se entrati “illegalmente” in Uk –  un sussidio di 37 sterline a settimana.  Nel weekend Brokenshire ha detto, in un’intervista rilasciata a Bbc World, che già adesso non sono più previsti benefici automatici per i richiedenti asilo senza bambini a seguito che non hanno rispettato le leggi: “il Regno Unito non è la terra del latte e del miele” ha precisato, “non si ha l’automatico diritto al benessere  se non hai il diritto di essere qui” ha infine aggiunto.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

5 comments
Gabriele Dionigi
Gabriele Dionigi

anche a me da fastidio il tuo voto dl piddi del CAZZO PORTALI A CASA TUA IL POPOLO SOVRANO NON HA FIRMATO ACCORDI E LA FRANCIA LI RESINGE,LASPAGNA RESINGE LA GERMANIA RESPINGE L'AUSTRIA RESPINGE L'UNGHERIA COSTRUISCE UN MURO

Giulio Vazzoler
Giulio Vazzoler

Ci sono accordi internazionali da rispettare, ignoranti di merda..mi da fastidio fisico che il vostro voto valga il mio, ignobili leghisti del cazzo

Giordano Beretta
Giordano Beretta

Visto che li avete voluti voi, portateli a casa vostra buonisti del cazzo !!!