•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 7 luglio, 2014

articolo scritto da:

Hacker islamici rubano la pagina Facebook dedicata a Papa Francesco

Domenica, metà pomeriggio. All’improvviso una pagina che su Facebook ha oltre un milione e trecentomila iscritti comincia a pubblicare post molto insoliti: la pagina è quella dedicata a Papa Francesco, e i post inneggiano all’Islam. Ci vuole poco per capire cosa è successo: il profilo non ufficiale di Papa Francesco nato l’anno scorso è stato hackerato.

Tra i primi a segnalare l’anomalia è padre Gabriele Amorth che a sua volta pubblica un post sul suo profilo Facebook: “La pagina su Papa Francesco che ha più di un milione di iscritti è stata rubata. Consiglio a tutti di uscirvi e di segnalarla”. Pochi minuti e il religioso torna a suggerire a tutti di diffondere la notizia dell’abuso. Nel frattempo, sulla pagina Papa Francesco escono post a ritmo continuo. Inni all’Islam, molti dei quali in arabo, ma anche bestemmie, insulti, frasi contro Israele, commenti a sostegno della Palestina e dell’Algeria.

Papa Francesco

Le reazioni degli iscritti si dividono tra una sorpresa (anche un po’ divertita) e lo sconcerto. Alcuni post diventano virali, con migliaia di condivisioni. Si va avanti così per qualche ora, fino a quando Facebook decide di cancellare la pagina. Dopo pochi minuti, però, l’account viene restituito ai legittimi proprietari che provvedono a fare pulizia sulla bacheca, eliminando ogni traccia del passaggio degli hacker.

Nella serata di ieri gli amministratori hanno pubblicato un post per spiegare che “la pagina di Papa Francesco è stata presa d’assalto da alcuni hackers. Siamo lieti di comunicarvi di esser riusciti a rientrare in possesso della pagina, e che il problema è stato risolto. Da oggi la pagina vedrà rafforzate tutte le misure di sicurezza per far sì che non possa più accadere nulla del genere. Intanto, vi auguriamo la pace del Signore, una dolce notte, e vi chiediamo la preghiera per coloro che si son fatti responsabili di questo gesto offensivo e sconsiderato, perché imparino il rispetto, e trovino quella serenità d’animo che li induca ad abbandonare questo genere di comportamenti”.

La pagina Facebook raccoglie informazioni sull’attività di Papa Francesco ma non è un canale ufficiale: Bergoglio utilizza solamente Twitter.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. Giorgio Graffieti ha scritto:

    non mi sembra si possa parlare di furto ai danni del Papa… è una pagina che chiunque poteva registrare a suo nome (come è il caso)… e magari gli ha messo come pw la sua data di nascita… Il Papa manco sapeva dell’esistenza di quella pagina

  2. Keivan Hadji Hossein ha scritto:

    Hacker islamici è una parola grossa: considerate le italianissime bestemmie postate dalla pagina in questione, è stata solo una grandissima trollata!

  3. Federica Stacchi ha scritto:

    Gli islamici non bestemmiano…mai e per nessun motivo, idioti mi sembra la definizione più giusta.

  4. Dante Cavallaro ha scritto:

    è vero che se ne sono accorti quando qualcuno ha postato forza olanda?

Lascia un commento