•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 21 luglio, 2014

articolo scritto da:

Istat: cala il fatturato industriale (-1%)

crescita italia

Continua la costante e drammatica contrazione dell’economia reale. Nel periodo storico post crisi 2008, quasi tutte le voci considerate sono in difficoltà. Oggi l’Istat denuncia una diminuzione di fatturato ed ordinazioni industriali.

Il mese di maggio, secondo l’Istat, indica -1,0% rispetto ad aprile. E’ una congiuntura costante sebbene sia possibile visionare il segno positivo su base annua: +0,1%. Gli ordini registrano una discesa del 2,1% dopo due mesi di segno ‘+’, mentre le commesse si comprimono del 2,5% rispetto all’anno trascorso.

istat

Ma a dimostrare il peggior dato fra tutti sono, secondo l’Istat, gli ordinativi esteri: -4,5% del dato mensile. Una mattanza, economicamente parlando. Anche gli ordinativi interni diminuiscono, ma non così drammaticamente: -0,2%. Nella precisione è il mercato nazionale a deludere maggiormente col -5,1%, rispetto al +1,4% di oltre Alpi. Gli ordini che interessano di più sono quelli che concernano la fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (addirittura +15%). Anche la produzione di mezzi di trasporto va bene, segnando un insperato +10,6%. Non è tutto rose e fiori, purtroppo: la fabbricazione di capitale (macchinari e attrezzature) scende del -13,6% ed anche i prodotti chimici, secondo l’Istat, sono in caduta libera (-8,8%).

Daniele Errera


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments