•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 8 agosto, 2014

articolo scritto da:

Iraq, continua la persecuzione dei cristiani e cresce la preoccupazione in Italia

iraq continua persecuzione cristiani ad opera dei jhadisti

Non si ferma la persecuzione dei cristiani in Iraq. Lo Stato islamico (Isis) ha affermato che continuerà la sua offensiva nel nord dell’Iraq, con una dichiarazione diffusa su vari siti jihadisti. L’Isis si è impadronito negli ultimi giorni di altre 15 cittadine e villaggi iracheni, oltre alla grande diga 35 km a nord di Mosul, sul Tigri, da cui dipende l’irrigazione nella piana di Ninive. Di stamattina la notizia dell’autorizzazione da parte del presidente degli Stati Uniti Barack Obama di autorizzare interventi militari mirati per opporsi agli attacchi ed evitare che continui la fuga delle popolazioni.

Intanto Pier Ferdinando Casini, presidente della Commissione Affari esteri del Senato, ha convocato presso l’aula della III° commissione un incontro informale con il sottosegretario agli Affari Esteri, Benedetto Della Vedova, per un aggiornamento sulla situazione Iraq e sulle comunità cristiane irachene in fuga dai jihadisti.

cristiani perseguitati in iraq. in italia si muovono stato e chiesa

Iraq, Bagnasco “Chiesa pronta ad accogliere i profughi” – “La prima cosa che faremo, attraverso la Segreteria di Stato e la Nunziatura a Baghdad, è manifestare la nostra piena disponibilità ad accogliere quei perseguitati che eventualmente lasciassero il Paese. Le diocesi italiane sono da sempre disponibili verso gli immigrati: lo sforzo diventerà ancora più urgente e doveroso verso i tantissimi fratelli brutalmente perseguitati a causa della loro fede”. Lo afferma il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, in un’intervista al Corriere della Sera in cui parla dei centomila cristiani in fuga dal nord dell’Iraq. “Ho subito dato disposizione, com’è avvenuto anche per la Siria, di un primo intervento di natura economica per un milione di euro da inviare per le immediate necessità attraverso i vescovi locali e la Nunziatura di Bagdad”, spiega Bagnasco, che osserva come “a volte i cristiani scontino una pregiudiziale identificazione con l’Occidente che può alimentare violenze sempre ingiustificabili”. Secondo il cardinale “è un dovere per gli organismi internazionali monitorare gli avvenimenti e adottare gli opportuni provvedimenti. Il diritto di praticare liberamente e rispettosamente la propria fede religiosa – sottolinea – è contemplato giustamente tra i diritti fondamentali. È auspicabile che gli interventi siano davvero efficaci”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

3 comments
wavettore
wavettore

Quando Mose’ parlo’, a nome di Dio dal Monte Sinai e menti' a quegli schiavi in fuga dall’Egitto, Mose' non sapeva che stava anche diventando il fondatore delle 3 Religioni: Ebraica, Cristiana e Musulmana.
Infatti, queste 3 Religioni basano il loro Credo sul Vecchio Testamento ed i 10 Comandamenti.
Mose' fu il primo "profeta" storico di queste 3 Religioni.
Non esiste alcuna evidenza storica di Abramo, Noe' o altri "profeti" precedenti a Mose' ad eccezione della Bibbia inventata dallo stesso Mose'.
 
Per mantenere una sorta di credibilita’, la Bibbia continua ad essere reinterpretata oggi come ormai gia’ da tremila anni e come e' visibile dall'accumulo di tutta la letteratura Ebraica. Questa e' interamenta compilata nel Talmud ed e' convenientemente scritta e riscritta anche nei nostri giorni per giustificare i contenuti della Bibbia con i nuovi intendimenti e le nuove scoperte. In altre parole, il testo del Talmud e' usato come chiave di lettura per la Bibbia nonostante questa chiave continui sempre a cambiare nel tempo.
 
Sin dall'inizio, l'interpretazione della Bibbia si ritrovo' divisa fra gli scrittori di Babilonia e quelli di Gerusalemme.
 
Il metodo di interpretazione del Talmud Bavli o Talmud Babilonese favorisce l’arte del dibattito per la ricerca di una possibile “Verita'” nascosta nella Bibbia.  I suoi saggi e scrittori conclusero con ottimismo circa l’esistenza dell'Umanita' e del suo futuro.  
Invece, il Talmud Yerushalmi, ossia quello scritto dai saggi di Gerusalemme, si presenta ai suoi fedeli con autorita' Divina. Enfatizza che le future generazioni dovranno ascoltare con reverenza gli insegnamenti dei vecchi saggi e mette in risalto le leggi della proprieta’ privata piuttosto che il dibattito e la ricerca filosofica.
Inoltre i saggi di Gerusalemme, nel loro morale pessimismo, conclusero che l'Umanita' sarebbe stata "diabolica" se lasciata incontrollata.  
 
Per cui, sin dal principio, la Religione Ebraica comincio' a dividersi fra Ebrei Sefarditi ed Ebrei Ashkenaziti.
Questa evidente frattura si rivelo' un contagioso esempio.
 
Come fosse un taglio quasi alle radici, un uomo Ebreo circa duemila anni fa' fondo' una nuova Religione: il Cristianesimo. Gesu’ si distanzio' dalla sua Religione per fondare un nuovo Credo. Questo fu' descritto in quello che fu' chiamato il Nuovo Testamento sebbene questo sia in gran parte come un proseguimento del Vecchio. La differenza e' nelle parole di Gesu’ che divulgavano il concetto di Uguaglianza. Dopo la morte di Gesu', i suoi seguaci hanno instaurato la Chiesa che in teoria avrebbe dovuto tramandare il suo messaggio. La Chiesa, invece, fu’ anche essa strutturata come una piramide con preti e vescovi, cardinali e papi. Dai tempi di Gesu’, il Cristianesimo ha invertito la sua rotta, ripudiato l' Uguaglianza e tornato a quello stesso concetto piramidale divinizzato dal Torah Ebraico.
 
Sei secoli dopo Gesu', la Religione dell'Islam comincio’ con Maometto come una reazione dell’uomo dalla pelle scura. Nella stessa area geografica del Mondo dove nacque Mose’ e dove la Religione Ebraica stava espandendosi, l’uomo dalla pelle scura si era sentito come declassato nella scala delle caste Ebraiche. Pur rimanendo separata dalle Religioni Ebraica e Cristiana, l'Islam mantenne gli stessi insegnamenti del Vecchio e del Nuovo Testamento che sono entrambi inclusi nel libro del Corano.
 
Nel corso del tempo, le Religioni Cristiana e Musulmana continuarono anche loro a separarsi e formare numerose sette.
Protestante, Cattolica, Ortodossa ed altre fra i Cristiani.
Sunnita, Scita ed altre fra i Musulmani.
 
La struttura piramidale delle 3 Religioni di Mose' mostra come queste abbiano sempre rifiutato l’Uguaglianza e guidato i loro seguaci ad una sottomissione mistica per servire il loro Ego Supremo personificato da ciascuna Religione con un rabbino, un papa oppure un imam.

Nelle loro dottrine, quindi nella sola teoria, l'unica differenza fra Cristiani ed Ebrei in una parola e' Uguaglianza.
 
Celebrano entrambi nello stesso giorno Venerdi' Santo e Passover ma nella memoria di eventi diversi. Per gli Ebrei questo e' il giorno piu' felice dell'anno poiche' celebra la loro fuga dall'Egitto mentre per i Cristiani invece questo e' il giorno in cui Gesu' fu ammazzato.
Gesu' era un Ebreo che fu' ucciso dai suoi propri solo perche' era opposto al concetto di un "popolo scelto" ed aveva invocato l'Uguaglianza.
 
Il concetto di Uguaglianza e' ancora oggi incompreso fra molti Cristiani i cui valori restano ancorati alla Cultura Ebraica ed al loro celebrato Individualismo.
 
In linea di principio la differenza e' all'origine dell'insegnamento Cristiano.
Ad esempio, ai Protestanti e' insegnato che il Rispetto deve essere guadagnato dall'altro, mentre i Cattolici, invece, rimangono piu' fedeli al messaggio di Gesu' secondo il quale il Rispetto e' offerto in partenza.
 
Quei Cristiani che non credono nell’Uguaglianza non sono diversi dagli Ebrei nel loro Credo.

http://www.wavevolution.org/it/freethinking.html

Eric Penna Nera
Eric Penna Nera

se c'era ancora Saddam Hussein questo caos non sarebbe mai iniziato. Ringraziamo ancora una volta i signori americani e zerbini al seguito per aver causato l'ennesimo caos internazionale.